Digital Life

Dalla Norvegia un'idea per filtrare commenti rabbiosi

L'abitudine di commentare a caldo una notizia senza averla davvero letta è una piaga tipica di Internet e più diffusa di quanto si creda. Ecco la soluzione trovata da un sito norvegese.

Pensa prima di parlare, e se non ci riesci conta almeno fino a dieci... Detta così richiede almeno una conta, prima della replica, proprio nello spirito dell'iniziativa dei responsabili del sito di news norvegese NRK, che hanno trovato un modo ingegnoso per ridurre i commenti di lettori collerici, facinorosi o eternamente prevenuti: troll e haters, per usare le parole di Internet.

L'idea, semplice ed efficace, è quella di aver reso obbligatorio, come fosse un codice di autenticazione (un captcha), rispondere a un semplice quiz di tre domande a risposta multipla prima di poter accedere alle sezione dei commenti.

NRK è solo in norvegese, ma ecco la traduzione del test.

Niente di difficile: solo un breve test, ma sui passaggi chiave dell'articolo che si vuole commentare. Un test realizzato di volta in volta dall'autore dell'articolo, con domande che servono a verificare che il lettore l'abbia letto, l'articolo, e non si sia limitato a titolo e sommario prima di dire la sua.

C'è anche di più. Il sistema offre un secondo vantaggio: consente anche ai lettori/commentatori più "entusiasti" di raffreddare i bollori intellettuali per qualche secondo (una quindicina, per rispondere alle tra domande), per smaltire la stizza ed evitare i peggiori commenti, quelli più volgari o aggressivi.

Superato il quiz (e calmati gli animi) si può accedere ai commenti. In caso contrario si è "invitati" a dare un'altra occhiata al testo, per rileggerlo meglio e fare un bel respiro.

Vedi anche

2 marzo 2017 Luciana Grosso
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us