Digital Life

Instagram, il ristorante e il menu... Comodo

Idea geniale di un ristorante di New York!

di
Stanco di andare in un ristorante e dover scegliere da un menu con nomi strani e da cui non sai cosa aspettarti? Instagram rende tutto più... Comodo.

"Anche i camerieri esortano i clienti a fotografare e condividere tutto"
Menu 2.0 - Per la prima volta un ristorante si è fatto furbo: si tratta proprio di Comodo, un locale di New York che ha deciso di creare un menu a prova di Instagram, la nota applicazione per la condivisione di foto su tablet e smartphone Apple e Android. Il proprietario, dopo aver notato i suoi clienti fotografavano continuamente le proprie scelte culinarie prima di addentarle, ha deciso di aggiungere l’hashtag #ComodoMenu in fondo all’elenco delle portate.

Cosa c’è in tavola? - Lo scopo, a detta del proprietario Felipe Donnelly, è quello di offrire a tutti la possibilità di vedere il menu, rigirando un’abitudine ormai consolidata in qualcosa di utile. E, in effetti, è proprio così: fotografare e condividere quello che mangi è divertente, e gli avventori di Comodo non hanno di certo resistito. L’aggiunta dell’hashtag ha reso tutto più semplice, compresa la scelta fra le proposte del ristorante americano.

Ottima scelta! - Di sicuro è un’iniziativa simpatica e da incoraggiare come mostra il video qui sotto. Se ci pensi, in fondo, è un gioco in cui tutti vincono: il ristorante si fa parecchia pubblicità senza alcuno sforzo (e di buona qualità visto che è fatta direttamente da foto e commenti di chi c’è davvero stato), e tu puoi sapere in anticipo cosa stai per mangiare, così non ti ritroverai più con una faccia interrogativa davanti al tuo piatto. Non ti resta che sfogliare le foto su Instagram, scegliere e...buon appetito! (sp)

Dai “comodamente” un’occhiata al menu Instagram

19 ottobre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us