Digital Life

Il riconoscimento facciale va in tilt con il trucco per il viso!

Basta un po' di make-up nei punti giusti per ingannare i sistemi di riconoscimento facciale usati dalle polizie di mezzo mondo.

In molti Paesi il riconoscimento facciale viene già impiegato dalle forze di polizia per risalire ai colpevoli di un furto o un delitto. Abbiamo già parlato dei limiti di questa tecnologia, e del fatto che discrimini le persone per razza e genere. Ora uno studio condotto dalla Ben-Gurion University of the Negev (Israele) mette a nudo un'altra debolezza di questi sistemi: basta applicare un po' di trucco nei punti giusti del viso per ingannare l'intelligenza artificiale e impedirle di associare il volto alla giusta identità.

(Non) c'è trucco e (non) c'è inganno! I ricercatori hanno infatti messo a punto un software capace di suggerire in che modo si possa ingannare il riconoscimento facciale grazie al make-up: in particolare, il sistema crea una mappa del viso evidenziando le aree principali su cui si basa l'IA per riconoscerci. A partire da questa mappa il software crea una proiezione digitale di un possibile trucco da applicare nei punti giusti per passare inosservati davanti a un sistema di riconoscimento facciale.

I test effettuati su dieci uomini e dieci donne dai 20 ai 28 anni hanno dato risultati notevoli: applicando il trucco dove indicato dal software, l'IA andava in tilt, non riuscendo a riconoscere la persona il 98,8% delle volte. Senza trucco, al contrario, l'IA riconosceva il volto il 47,6% delle volte. Il riconoscimento facciale funzionava in generale peggio con le donne: senza trucco venivano riconosciute il 42,6% delle volte (contro il 52,5% degli uomini), e con il trucco appena lo 0,9% delle volte (contro l'1,5% degli uomini).

Ladri truccati. L'aspetto interessante (e anche un po' curioso) di questo software è il fatto che non si basa sull'utilizzo di un trucco colorato: al contrario, punta su tinte neutre che non attirano l'attenzione, ma "modificano" i connotati (un po' come fa il contouring, una tecnica di make-up che mescola toni chiari e scuri per scolpire e ridefinire i lineamenti). Che il trucco diventi un metodo alternativo al vecchio passamontagna per gli Arsenio Lupin dei giorni nostri?

6 ottobre 2021 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us