Digital Life

Guerra tra console da gioco: Davide contro Golia

Scopriamo gli outsider della next-gen.

di Lorenzo Fantoni

Chi segue il settore dei videogiochi con attenzione si sarà reso conto che, mentre tutti trattengono il fiato in attesa che Sony e Microsoft svelino le loro nuove console, (anche se alcune indiscrezioni suggeriscono che devono ancora pagare i debiti generati dalle quelle attuali), c’è chi sta presentando nuovi sistemi di gioco decisamente interessanti.

"Quattro console lanciano la sfida alla next-gen"

OUYA - Una console da 99 dollari basata su Android, piccolissima e con un bel design, interamente finanziata grazie a Kickstarter, la più famosa piattaforma al mondo di crowdfunding. È riuscita a raccogliere più di otto milioni di dollari in donazioni, creando di fatto un mercato di sistemi di gioco poco costosi e basati sul sistema operativo targato Google. In questi giorni la console è arrivata agli sviluppatori e dovrebbe essere disponibile da marzo.

  • Pro: è piccola e poco costosa.
  • Contro: è compatibile solo con giochi Android.
  • STEAM BOX/PROJECT PISTON - L’idea è quella di un PC tutto incluso prodotto da Valve, l'azienda che ha sviluppato Half-Life, uno dei giochi più famosi della storia, ma soprattutto che ha creato Steam, la principale piattaforma mondiale per comprare giochi online per PC. L’obiettivo è quello riportare i computer nei salotti al posto delle console. Dovrebbe essere un sistema potente, modulare e con un prezzo che oscilla tra i 400 e i 1000 euro in base alla configurazione.

  • Pro: potente, poco ingombrante, integrata con Steam.
  • Contro: perché dovremmo preferirla a un PC assemblato da noi?
  • GAMESTICK - Immaginate una console piccola, così piccola da stare in una chiavetta USB, che potete attaccare a qualunque televisore e con cui giocare con un gamepad ad hoc. Avete appena immaginato GameStick, il progetto di un’altra console Android in piena concorrenza con Ouya, e in cerca di fondi su Kickstarter. Fondi che, a quasi un mese dalla fine della campagna di finanziamento, sono già stati ampiamente coperti. Dovrebbe costare non più di 70 euro.

  • Pro: portabilissima e facile da usare.
  • Contro: come Ouya: ha solo giochi Android molto semplici.
  • PROJECT SHIELD - Nvidia, nonostante il settore delle console portatili stia da tempo subendo gli attacchi di tablet e smartphone, ha deciso di andare controcorrente e proporre Project Shield, un sistema di gioco portatile basato su Android che assomiglia al pad di un Xbox a cui stato montato uno schermo. Al suo interno troviamo il nuovissimo processore Tegra 4, che dovrebbe garantire la potenza necessaria per far girare titoli decisamente superiori alla media Android, e che rasentano la qualità di una console casalinga.

    Oltre che sullo schermo, si potrà giocare anche sul televisore di casa e, cosa ancora più interessante, Project Shield potrà essere usato anche per giocare in streaming ai normali titoli per PC, un po’ come accade col controller del Wii U. Il prezzo non è stato ancora comunicato.

  • Pro: Processore grafico molto potente, streaming di contenuti da computer.
  • Contro: Design ingombrante: trattandosi solo di una console portatile, potrebbe perdere contro i futuri tablet che montano lo stesso processore. (sp)
  • Vediamo l'unboxing di Ouya

    11 gennaio 2013
    Ora in Edicola
    Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

    Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

    Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

    Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

    ABBONATI A 29,90€

    Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

    La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

    Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

    ABBONATI A 31,90€
    Follow us