Digital Life

Google troverà le notizie false e le declasserà?

La proposta di un gruppo di sviluppatori di Google: studiare un metodo per mettere in risalto i siti con informazioni vere e affidabili.

Internet è una miniera di informazioni, come di spazzatura. Ogni giorno migliaia di notizie si affacciano sulla pagina di Google News e fanno il giro del web pur non riportando fatti davvero accertati. Ora un team di ricercatori di Mountain View ha studiato come porre rimedio a questa deriva che alimenta il rumore di fondo della rete. Come? Con le loro tecnologie knowledge based applicate alle regole del motore di ricerca.

LA SCIENZA DEL SEO. Nel valutare una notizia e stabilire la posizione di una pagina web all'interno dei risultati del motore di ricerca, il complesso e segretissimo algoritmo di Google calcola una serie di parametri. I più noti e importanti sono le parole chiave (keyword) contenute nella pagina e i link che una notizia riceve da altri siti giudicati di qualità (referral), ma ci sono tanti altri elementi la cui importanza è meno nota e difficile da stimare.

Sapere utilizzare e sfruttare questi elementi per arrivare in cima alla apgina dei risultati di Google è una scienza, o meglio un vero e proprio mestiere, quello del Seo (Search Engine Optimization). A cui si aggiunge quello del Sem (Search Engine Marketing), in cui si cerca di scalare posizioni acquistando keyword attraverso strategie di marketing online.

LA CONTRADDIZIONE. Il principio fondamentale che ha decretato il successo del motore di ricerca di Mountain View (nato nel 1998), è proprio che se qualcuno (qualificato) cita le tue pagine web o le tue notizie (in forma di link), allora il tuo è un sito di qualità e merita una posizione elevata nei risultati di ricerca (ranking). Ma gli ingegneri di Big G si sono accorti che con questo sistema anche i siti pieni di informazioni sbagliate possono arrivare al vertice dei risultati.

IL DATABASE DELLA VERITà. Il team di ricercatori interno a Google ha dunque adattato a questa nuova esigenza il modello che misura la credibilità di una pagina, andando oltre la reputazione costruita con i link (link building) nel web.

Il sistema, invece che valutare i link in entrata calcola il numero di fatti non corretti riportati dentro una pagina. Il software si basa su Knowledge Vault, un sistema lanciato lo scorso anno che, sfruttando le informazioni masticate ogni giorno dal motore di ricerca, raccoglie un'ampia gamma di fatti, poi li analizza e infine li etichetta come "validi" (o no). È un archivio contenente informazioni sullo scibile umano (finora circa 1,6 miliardi di fatti) il più possibile accertate attraverso un immediato confronto con una serie di fonti sul web.

BAd NEWS. L'idea della compagnia americana non è una novità assoluta, nel senso che esistono già applicazioni per aiutare gli utenti a individuare informazioni non corrette, come LazyTruth o FactCheck.org.

Nel caso di questa ricerca al momento Google non sembra intenzionata a inserirla nel proprio algoritmo di ricerca. In una nota Big G ha spiegato che «abbiamo pubblicato una ricerca, una delle centinaia di ricerche che pubblichiamo ogni anno, e di cui pochissime vengono poi incorporate nei nostri prodotti. Questa non è incorporata nella search né abbiamo al momento piani di incorporarla».

Notizia aggiornata dopo la pubblicazione per correggere alcune imprecisioni. Nella prima versione la modifica dell'algoritmo era data per certa. Invece si tratta soltanto di una ricerca condotta dall'azienda e il cui meccanismo non verrà - al momento - incorporato negli algoritmi di ricerca.

3 marzo 2015 Martino De Mori
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us