Digital Life

Google punisce i furbi e premia i contenuti

Finalmente meno spam nei risultati.

di Chiara Reali

Mountain View non si riposa mai. Google cambia ancora e, questa volta, a farne le spese saranno i siti ottimizzati per scalare le vette del motore di ricerca. Nel tentativo di rendere ancora più intelligente GoogleBot. Vuoi scoprire come?

"Google si preoccupa di non inquinare... i risultati del suo motore di ricerca!"

Aria di cambiamenti
- Troppe parole chiave o troppi link per risultare primi nella corsa che, tutti giorno, ogni sito combatte: quella delle statistiche e degli accessi. Che, in buona parte, arrivano proprio da Google. In italiano si chiama ottimizzazione, in inglese - e per gli amici - SEO ovvero Search Engine Optimization. Quando si parla di ottimizzazione si intendono cambiamenti e miglioramenti sia nel codice HTML dei siti che nei contenuti. Un buon SEO aiuta il posizionamento nelle pagine di risposta dei motori di ricerca, un ottimo SEO porta dritti sul podio. Ma ora le regole cambiano. E un ottimo SEO potrebbe finire per penalizzare i siti. Perché?

Al tuo servizio - C'è chi, delle regole - segretissime! - di Google per arrivare primi se ne approfitta. Riempiendo le pagine solo di giochetti volti a vincere e non di contenuti. A Mountain View, per migliorare ancora, hanno deciso che devono essere i contenuti, a essere premiati. La modifica verrà applicata nel corso dei prossimi mesi. Le nostre ricerche miglioreranno? Speriamo. I siti colpiti da questo provvedimento dovrebbero essere solo quelli di spam, o le content farm, che ti fanno perdere tempo quando cerchi informazioni su qualche argomento o qualche prodotto. Non possiamo che augurarci che sia davvero così ma che, allo stesso tempo, non vengano penalizzati quei siti che badano sia alla sostanza che alla sua presentazione. (sp)

20 marzo 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us