Digital Life

Google Plus diventa Local e fa fuori i Places

Piccola rivoluzione per le attività commerciali

di
Una nuova scheda all'interno di Google+ sostituisce i vecchi Places. Le attività commerciali fanno il loro ingresso nel social network di Mountain View.

"Per negozi e ristoranti, adesso, è fondamentale avere una Plus Page"

Google fa sul serio -

gestendo l'utente dalla culla alla tomba

Google Plus Local

Addio Places - Google Plus Local sostituisce interamente Google Places, le vecchie pagine statiche contenenti le informazioni su negozi, ristoranti e alberghi. Questo vuol dire che, come i Places, anche le schede di Local finiscono dritte dritte su Google Maps e nella ricerca degli utenti. Per i ristoranti, poi, Local ingloba anche le recensioni scritte dai clienti tramite Zagat. Il sistema internazionale di recensioni food, infatti, è stato acquistato da Google lo scorso autunno.

Cosa cambia per le aziende - Chi lavora sul web sa bene che, se vuoi farti trovare da Google e spuntare tra i primi risultati delle normali ricerche degli utenti, hai due strade principali da percorrere: comprare la pubblicità AdWords per rientrare tra i risultati sponsorizzati o fornire quante più informazioni possibili sulla tua attività a Google e, se ci riesci, raccogliere più commenti e recensioni che puoi dalla gente. Ora, vista la recente politica di Google, una sola cosa è evidente: non c'è miglior modo di descriversi al gigante delle ricerche che aprire un profilo su Plus. Per le aziende, a essere precisi, la strada da percorrere è quella di aprire una pagina business. Ma, attenzione! Se ho un negozio con, allo stesso tempo, una pagina su G+ e una scheda su Places le due cose al momento convivono. In realtà è solo una questione di tempo - e non sarà neanche troppo - e le Google Plus Pages resteranno l'unico nostro biglietto da visita sul web, incorporando le informazioni geografiche e le recensioni lasciate dai nostri clienti.

31 maggio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us