Digital Life

Google e i segreti di Maps e Street View

Le foto satellitari non mostrano la realtà!

di
Ti sei mai chiesto come Google realizza le sue consultatissime mappe? Devi sapere che tra una foto satellitare e la realtà c'è una grande differenza. Il colosso di Mountain View, così, sguinzaglia le sue Street View Car con l'obiettivo di raccogliere informazioni e riportarle sulle mappe per "riempire i buchi".

"Il segreto è il progetto Ground Truth: scendi a terra e guarda
la realtà"

Con i piedi per terra -

The Atlantic

Dove Maps non arriva... - Per quanto dettagliate possano essere le foto digitali scattate dai satelliti, infatti, il tracciamento di strade e ferrovie avviene attraverso la sovrapposizione di mappe e cartine fornite dai partner di Google come il Census Bureau degli Stati Uniti. Le strade disegnate sulle mappe e le foto satellitari coincidono, in linea di massima, ma ci sono diversi punti in cui bisogna effettuare pesanti aggiustamenti. Servono quindi altri dati, forniti questa volta da altri prodotti Google come Street View.

Ci pensa Street View! - Le auto - e gli altri strani mezzi utilizzati da Google - che vanno praticamente ovunque nel mondo con la telecamera sul tetto, sono una fonte quasi infinita di informazioni. Le principali provengono dal tracking satellitare dei veicoli, mentre le Street View Car - che circolano per le nostre città sono collegate ai satelliti che registrano il loro percorso. Che è un percorso certamente vero e confermato, non fotografato o stilizzato in una mappa. Già questo basta per "raddrizzare" le mappe sovrapposte alle foto aeree. Le auto poi, mentre scattano le foto per Street View, intercettano anche la segnaletica: stop, obbligo di dare precedenza, sensi unici, semafori e altri segnali stradali... Il computer interpreta questi segnali tramite un algoritmo e li aggiunge alla mappa, permettendo alle Google Maps di capire quale percorso si può fare e a che velocità.

Il futuro è Map Maker - Se questo è il presente - già abbastanza complesso - di Google Maps/Street View, si prevede l'arrivo di ulteriori informazioni in futuro grazie a Map Maker. Si tratta di un'estensione di Maps - non ancora disponibile per le mappe italiane - che permette all'utente di inserire informazioni a una mappa già esistente. Si possono aggiungere strade, esercizi commerciali, descrizioni di luoghi e molte altri dettagli che Google incamera e archivia. Quando le auto di Street View torneranno a fare la ronda in quelle zone, arriverà la conferma di quelle nuove strade, piazze, monumenti o negozi e Google saprà già di cosa si tratta.

Risparmiando un bel po' di lavoro grazie a informazioni ottenute gratuitamente dagli utenti che, inconsapevolmente, si trasformano in dipendenti-collaboratori di Google Maps. Tutto ciò sarà fondamentale per tenere aggiornate le mappe di zone vaste e difficili da percorrere come l'India o la Cina. Ma è anche interesse dei cittadini di quelle zone avere mappe gratuite accurate. Chi lo sa... magari, un giorno, in ogni municipio ci sarà una squadra di addetti a Google Maps... (sp)

Beccati da Google Street View

10 settembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us