Google dedica un doodle alle elezioni in Egitto

Google dedica un doodle a questo evento.

egitto_doodle_215166
|

Fotogallery - Beccati su Street View

 

Google mette in campo il suo impegno civile e politico, e dedica un doodle alle prossime elezioni in Egitto, un evento molto importante per la vita di questo Paese del Nord Africa.

 

“Egiziani alle urne da oggi sino a gennaio”

 

Elezioni al via - Oggi dovrebbero essere iniziate le operazioni di voto al Cairo, Alessandria, Luxor e Porto Said, anche se la Commissione elettorale sta valutando un rinvio per motivi di sicurezza nella capitale e ad Alessandria. Il prossimo 14 dicembre andranno al voto Suez, Aswan, Ismailyia. Mentre il 3 gennaio si voterà nel Sinai e sulla costa mediterranea.

 

Respiro internazionale - «Trovo il doodle di Google carico di significati per la nuova generazione che utilizza la tecnologia in Egitto. Sappiamo tutti cos’è Google e questo contribuirà a darci visibilità internazionale», ha dichiarato Nasry Esmat, un giornalista egiziano che vive a New York.

 

App mobile - Il doodle non è l’unico contributo di Google alle elezioni in Egitto. A settembre la società americana ha sviluppato un apposito software per facilitare il processo di voto, dando accesso ai cittadini a tutte le informazioni – schede, candidati, modalità di voto – e ha consentito agli operatori mobili di creare app dedicate alle elezioni.

 

Conoscere per cambiare - «La maggior parte degli egiziani non utilizza ancora computer e Internet, ma questi sono strumenti efficaci perché aiutano coloro che hanno accesso alle informazioni a diffonderle» ha sottolineato Esmat. «E, onestamente, sono solo coloro che hanno le conoscenze che possono cambiare l’Egitto».

 

Maurizio Ferrari

 

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

 

LE TOP GALLERY DI JACK

Le auto più incredibili

I venti lavori del futuro

Indovina la baby star

 

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

 

28 novembre 2011