Digital Life

Google contro USA ed UK per la libertà d'espressione

L'anti-pirateria può diventare censura.

Eric Schmidt, CEO di Google, ha fatto sentire la propria opposizione alle idee dei legislatori americani ed inglesi, desiderosi quanto mai di bloccare per sempre i siti di file sharing tramite sequestri, oscurazioni e censura sui motori di ricerca. Google dalla parte di The Pirate Bay? Giudicate voi stessi:

“Se ci dovesse essere una legge che obbliga i DNS a fare determinate cose [come bloccare l’accesso a certi siti specifici] e passa ad entrambe le Camere del Congresso ed è firmata dal Presidente degli Stati Uniti ma noi non siamo d’accordo con essa, allora noi continueremo a combatterla. Se è una richiesta la risposta è che non lo faremo, se è una discussione, non lo faremo”.

Schmidt non a caso paragona questo tipo di legislazione alla censura cinese, un paese che ha dato tanto filo da torcere a Google da costringerlo a chiudere di fatto i rapporti con esso. Soprattutto il CEO deve essere furibondo di aver ricevuto pressioni dai politici statunitensi per cessare gli affari con la Cina antidemocratica solo per ritrovarsi di fronte allo stesso tipo di normativa in patria. Chiaro, lo scopo dei cinesi è la repressione politica, in america invece il censore è il dio denaro, che per gli statunitensi questa volta è un motivo validissimo per opprimere la libertà -ma il risultato sarebbe lo stesso.

Google resiste alla censura per idealismo o per senso degli affari? Lo scopriremo solo osservando l’evolversi della situazione. (ga)

Scopri i più potenti del Web:

20 maggio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us