Digital Life

Google Chromebook: troppo cloud, poco sicuro

Arriva il computer sulle nuvole firmato Google.

La notizia del nuovo prodotto di Google, il Chromebook presentato in questi giorni, è ancora fresca, ma già in Rete si dibatte di presunti problemi di sicurezza.

“Il parere degli esperti: il nuovo computer di Google potrebbe essere poco sicuro”

Cluod computing poco sicuro - Stando all’opinione di alcuni esperti di sicurezza informatica, il nuovo “notebook” di Google potrebbe incontrare il favore dell’utente medio della tecnologia, ma i più esperti non possono fare a meno di pensare alle eventuali spiacevoli conseguenze della scelta “cloud” per il nuovo Computer. Un sistema operativo totalmente cloud potrebbe infatti rivelare falle e buchi, costantemente aperti, nella sicurezza del computer: il sistema che “vive” in Rete potrebbe essere vulnerabile da parte di cyber attacchi.

Poco hardware all’interno? – I primi modelli di Samsung e Acer, almeno stando alle prime notizie sui nuovi Chromebooks, hanno 2GB di memoria RAM e 16GB di spazio per l’archiviazione. Le caratteristiche “minimal” sono legate al sistema operativo Chrome che, appunto, sposa in pieno la tecnologia cloud che fa risiedere altrove programmi, software e applicazioni.

Qualcuno ci prova già - Google ritiente che i suoi Chromebooks sono abbastanza sicuri e hanno difese in profondità, come ad esempio aggiornamenti di sicurezza automatici e la tecnologia sandbox. Ma, nel mondo informatico che è notoriamente sicuro solo in teoria, alcuni sono riusciti a mostrare le falle del nuovo sistema di Google: i ricercatori francesi di Vupen Security sono riusciti a penetrare nel browser Chrome e nella suddetta tecnologia sandbox pensata per rendere il software più sicuro. (pp)Niccolò Fantini

13 maggio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us