Digital Life

Gli status su Facebook svelano la depressione

Il 30% degli update su Facebook mostra sintomi di disagio.

Sei giù di corda? Gli aggiornamenti su Facebook rivelano il tuo disagio. Ma non sei il solo. Almeno il 30% dei post degli adolescenti e giovani americani mostrano segni tipici delle prime fasi della depressione. I social network ci aiuteranno a prendere in tempo i malesseri psicologici?

“Scoraggiamento, senso di inutilità e insonnia sono i principali campanelli d'allarme”

Disagio sociale - Gli aggiornamenti di stato di Facebook potrebbero essere utilizzati per prevenire la depressione e altre forme di disagio psicologico di adolescenti e giovani. Ne è convinta l’Università di Washington che ha condotto una ricerca su 200 studenti iscritti al social network di Zuckerberg scoprendo che un update su tre mostra chiari sintomi che qualcosa non va. Tanto da rivelare i sintomi che l’Associazione psichiatrica americana collega normalmente alla depressione come l’insonnia, l’eccessiva sonnolenza, senso di scoramento o di inutilità e difficoltà a concentrarsi.

Parola di medico - La ricerca è stata riportata dal New York Times, insieme al commento di alcuni medici. Come Gregory T. Ells, direttore del Consultorio di Cornell, che ammette: «Le persone postano frasi molto angosciose. Certe volte si lasciano andare usando Facebook come una via di mezzo tra un diario e una pagina dei commenti sul giornale. Ma certe volte diciamo al team: controllate questa persona». Alcuni post, quindi, sono stati ritenuti decisamente allarmanti dagli psichiatri mentre altri meno.

Filtrare lo stream - Il problema, a questo punto, è come dividere gli aggiornamenti realmente preoccupanti dai normali sfoghi quotidiani. E non è un problema affatto facile da risolvere, vista la mole di materiale da controllare per ogni paziente. Facebook diventerà il nostro analista? No, certamente no. Ma forse potrà un giorno essergli utile per curare i giovani colpiti dalla depressione. Nel frattempo, se notate qualche aggiornamento preoccupante nel diario di qualche vostro amico, ricordatevi lo studio dell’Università di Washington. (sp)

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

TOP TRUCCHI & CONSIGLI SU FACEBOOK DI JACK

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

27 febbraio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us