Digital Life

File sharing a briglia sciolta sui social network

Imporre filtri viola i diritti degli utenti.

La Corte Europea di Giustizia ha deciso: niente ai filtri alla condivisione di file audio e video su Facebook, Twitter e altre reti sociali. È la primo raggio di sole dopo settimane di tempesta sul file sharing. Tutto nasce da una richiesta di danni nei confronti di Netlog.

“Bisogna bilanciare i diritti d’autore con il diritto a fare business”

Senza filtro -I social network non possono essere costretti a prevenire il file sharing illegale imponendo dei filtri. Lo ha stabilito ieri la Corte Europea di Giustizia emettendo il giudizio della causa intentata da SABAM contro Netlog. La vicenda si svolge in Belgio dove Netlog è uno dei social network più amati e frequentati, e dove molte delle condivisioni sono rappresentate da musica e filmati. Una grande circolazione di file multimediali che non piace a SABAM che gestisce e tutela i diritti d’autore di autori, compositori ed editori. Una SIAE in salsa belga che ha chiesto un ricco risarcimento a Netlog per non aver impedito il file sharing tra utenti del social.

Mille euro al giorno - SABAM ha provato a imporre a Netlog l’obbligo di attivare immediatamente un sistema di filtraggio per impedire le condivisioni illecite, minacciando di chiedere 1.000 euro di risarcimento per ogni giorno di ritardo. Il social network si è opposto sostenendo che non era suo compito controllare cosa condividessero i propri utenti e affermando che il blocco preventivo del file sharing le avrebbe impedito di mantenere attivo il servizio. Un simile controllo, inoltre, avrebbe obbligato Netlog a controllare i contenuti, in violazione della direttiva europea sull’e-commerce.

Sentenza netta - Alla fine l’ha avuta vinta Netlog. La Corte Europea, infatti, ha stabilito che obbligare i fornitori di un servizio a filtrare i dati e i contenuti sarebbe troppo costoso e violerebbe i diritti fondamentali degli utenti. Specialmente quelli che riguardano la privacy. (sp)

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

17 febbraio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

ll ritratto, le scoperte, il viaggio sul brigantino Beagle di Charles Darwin, il grande naturalista che riscrisse le leggi della vita e sfidò il pensiero scientifico e religioso del suo tempo. E ancora: la mappa delle isole linguistiche in Italia, per capire dove e perché si parla cimbro, occitano, grecanico o albanese; niente abiti preziosi, gioielli e feste: quando l'ostentazione del lusso era vietata; ritorno a Tientsin, un angolo di Cina “made in Italy”.

ABBONATI A 29,90€

La scienza sta già studiando il futuro di chi abiterà il nostro Pianeta. Le basi lunari e marziane saranno il primo step per poi puntare a viaggi verso stelle così lontane da richiedere equipaggi che forse trascorreranno tutta la vita in astronavi-città. Inoltre: quanto conta il sesso nella vita di coppia; i metodi più efficaci per memorizzare e ricordare; perché dopo il covid l'olfatto e il gusto restano danneggiati. E come sempre l'inserto speciale Focus Domande&Risposte ricco di coriosi quesiti ai quali rispondono studi scientifici.

ABBONATI A 29,90€
Follow us