Digital Life

FBI chiude Megaupload e il web dichiara guerra

Anonymous e i cyber utenti dichiarano guerra.

Tempi duri per il file sharing. L’FBI - in collaborazione con il Dipartimento di Giustizia Americano - manda offline il “mega” regno di Kim Dotcom che finisce in manette in un’operazione anti-pirateria. Anonymous e i cyber utenti minacciano rappresaglie.

“Gli utenti annunciano ritorsioni e Anonymous oscura siti dipartimento di Stato Usa, Riaa, Mpaa”

Mega Operazione - L’FBI ha oscurato i siti di file sharing Megaupload, Megavideo e Megaporn e il suo proprietario - Dotcom - all’anagrafe il 37enne tedesco Kim Schmitz - è finito in manette, insieme ad altre tre persone, in Nuova Zelanda con l'accusa di violazione del copyright, associazione a delinquere, riciclaggio e altri reati connessi. Secondo le autorità statunitensi, il “mega” network del guru del file-sharing avrebbe causato almeno 500 milioni di dollari di danni per violazione del diritto d’autore, e altri 175 milioni in procedimenti legali da parte delle aziende coinvolte.

Pirati colpiti -Megaupload, da anni stabilmente nella top ten dei siti più frequentati al mondo, è stato oscurato, insieme ai suoi “mega” parenti, lasciando a bocca asciutta almeno 150 milioni di utenti. Il sito, per chi non lo conoscesse, offre - o meglio offriva fino a ieri - spazio gratuito per caricare file e poi condividerli online. Megaupload, secondo le associazioni dei produttori discografici e cinematografici Usa - come Riaa (Recording Industry Association of America) e la Mpaa (Motion Picture Association of America) - era uno dei sistemi più in voga per scaricare illegalmente tonnellate di musica e film.

Alleluia - Si sono, ovviamente, schierati a favore del provvedimento dell’FBI, Enzo Mazza, presidente della Fimi (Federazione Industria Musicale Italiana) che lo considera «un importante risultato nei confronti della lotta alla pirateria e soprattutto nello sviluppo dei contenuti digitali legali». Enzo Mazza illustra nel dettaglio il fenomeno nel nostro paese: «In Italia Megaupload era di gran lunga il servizio di file sharing più usato, con circa 1,7 milioni di utenti, contro i 990 mila di eMule.» Solo BitTorrent con 8 milioni di frequentatori batte tutti. Megaupload spesso veniva utilizzato per veicolare copie illegali di album non ancora rilasciati ufficialmente come, per citare i casi più «eclatanti», il brano di solidarietà Domani 21.04.09Artisti Uniti per l'Abruzzo e l'album Inedito di Laura Pausini.

Prima Guerra Digitale mondiale - Se da una parte c’è chi gioisce per la chiusura di Megaupload, Megavideo e Megaporn, dall’altra c’è chi ha già lanciato delle rappresaglie come Anonymous che ha oscurando i siti del dipartimento di Stato Usa, Riaa, Mpaa, e altre decine di domini.

Anche gli utenti “normali” sono sul piede di guerra e stanno organizzando un’offensiva su Twitter e Facebook, cercando di tenere alto il morale della cyber truppa, e scambiandosi, ovviamente, informazioni sui siti di file sharing ancora attivi e funzionanti per bypassare il problema.

Silvia Ponzio

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

LE TOP GALLERY DI JACK

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

21 gennaio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us