Digital Life

Fake news: Facebook blocca i post troppo virali

Un nuovo approccio alle fake news, basato sull'analisi della viralità dei post, promette di ridurre la diffusione delle bufale su Facebook.

La guerra di Facebook alle fake news non conosce tregua: FB ha infatti recentemente adottato un nuovo approccio, chiamato virality circuit breaker, con l'obiettivo di rallentare, ed eventualmente bloccare, la diffusione di notizie false o fuorvianti soprattutto in tema di CoViD-19. Il sistema prevede l'impiego di un'intelligenza artificiale (AI) che intercetta, blocca e segnala ai moderatori i post che diventano virali in troppo poco tempo: i contenuti vengono poi sbloccati quando se ne è verificata la veridicità.

TROPPO VIRALE... Secondo quanto riportato da The Interface, un blog specializzato in notizie e aggiornamenti sui social network, questo approccio dovrebbe permettere un significativo rallentamento nella circolazione delle bufale e una sostanziale diminuzione del numero di persone esposte a bufale. Facebook, da tempo al centro di polemiche proprio per il fondamentale contributo che darebbe alla diffusione di contenuti fuorvianti sui temi più vari, dalla politica al clima, sembra aver preso molto sul serio la guerra alla disinformazione sulla covid.

 

105 MILIONI DI BUFALE. Dall'inizio della pandemia, FB ha rimosso 7 milioni di post contenenti bufale sul coronavirus (tra questi, uno del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump) e ne ha contrassegnati altri 98 milioni come potenzialmente pericolosi, anche se non al punto da doverli cancellare. Facebook ha inoltre messo online, e mantiene aggiornato, un suo Centro Informazioni sulla covid, dove propone contenuti e aggiornamenti sulla pandemia presi da fonti verificate.

29 agosto 2020 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us