Digital Life

Facebook traccia le nostre attività per 90 giorni

Dati tracking utenti conservati per 3 mesi.

Facebook e privacy: un rapporto d’amore e d’odio! D’amore per il mondo del marketing e della pubblicità per i dati raccolti. D’odio per gli utenti sempre sul piede di guerra per le informazioni "rubate". Una situazione amletica: raccolgo o non raccolgo?

“Facebook tiene traccia delle tue scorribande online per tre mesi”

Registra e conserva - Alcuni dirigenti di Facebook hanno ammesso che il social network tiene traccia delle pagine web visitate dai suoi oltre 800 milioni di utenti per 90 giorni. Questa mole di dati viene raccolta attraverso tecnologie di tracciamento dei cookie, simile a quelle utilizzate da Google, Yahoo, Microsoft, Adobe e molte altre realtà del web. Il dibattito è aperto. Il World Wide Web Consortium e il Congresso americano vorrebbero mettere nelle condizioni il cyber consumatore di bloccare il tracciamento, mentre le società che utilizzano questi dati stanno spingendo nella direzione opposta. Le informazioni, in generale, sono vitali per riuscire a personalizzare le inserzioni pubblicitarie.

Risposte e non risposte - Facebook non ha mai dichiarato apertamente la sua attività di monitoraggio e le finalità di questa raccolta dati. Le risposte fornite dal social di Zuckerberg sono state spesso fumose, anche se Facebook afferma che questi dati vengono usati per migliorare la sicurezza e lo sviluppo di applicazioni e non per scopi pubblicitari. Negli Stati Uniti si contrappongono posizioni contrastanti sulla questione del tracciamento della navigazione e l’uso di queste informazioni. Alcuni sostengono che se il navigatore non è a conoscenza del traking si può parlare di pratiche commerciali scorrette, altri vorrebbero impedire il tracciamento dei minori, mentre i pubblicitari, dal canto loro, si chiedono se Facebook sarà in grado di creare nuovi strumenti per veicolare campagne e nuove forme di pubblicità. Alla fine di questo percorso c’è la quotazione in borsa prevista per il prossimo anno. E le cifre che girano intorno alla creatura di Zuckerberg hanno tanti, tanti zeri. (sp)

Maurizio Ferrari

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

LE TOP GALLERY DI JACK

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

16 novembre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us