Digital Life

Facebook para il colpo e tenta debole un affondo

Novità chat per Facebook

C’era un tempo in cui il collegamento ad Internet era praticamente indistinguibile nella mente di molti con le chat. Era la novità del momento, prima che arrivasse qualsiasi social network, ma non si può dire che chattare sia mai caduto in disuso. Anzi, in queste ultime settimane la chat è diventata l’arena sulla quale combattono due giganti che hanno cambiato la nostra vita online: Facebook e Google. La grande sfida è iniziata quando Google ha inaugurato Google+ ed i suoi hangout: questa “nuova” forma di comunicazione social ha decisamente preso in contropiede Facebook, che ha dovuto affrettare i tempi di sviluppo di una chat di gruppo e della chat video in collaborazione con Skype.

La prima cosa a cambiare è l’interfaccia della chat, ora più adatta ai widescreen (che stanno diventando uno standard). I propri contatti, anche quelli offline, saranno ora comodamente piazzati in un pannello. Come dice Techcrunch, questo trucco viene dalla collaborazione che Facebook ha iniziato con Rockmelt, il social browser. Un’altra nuova funzione è la chat di gruppo, che si può creare anche senza prima fare un Gruppo di Facebook (sarebbe stata una limitazione troppo pesante). Questa era di sicuro una delle feature che più chiedevamo a Mark Zuckerberg. L’ultimo asso nella manica è forse il meno soddisfacente: ora Facebook ha la videochat, ma purtroppo è solo per due, mentre gli Hangout di Google+ sono anche per utenti multipli. Skype non ha regalato nulla a nessuno, insomma: anche sul client VOiP le chat a più vie sono limitate a chi è disposto a pagare per usarle.

Secondo voi questa serie di novità è sufficiente per tamponare l’emorragia di consensi degli early adopter, categoria forse limitata nel numero ma estremamente loquace e già pronta a giurare fedeltà a Google+?

7 luglio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us