Digital Life

Facebook: marcia indietro su indirizzi e cellulari

Gli utenti protestano e Fb torna sui suoi passi!

Pericolo scongiurato. La concessione offerta da Facebook agli sviluppatori per permettere alle loro applicazioni di accedere al nostro indirizzo e numero di telefono è stata temporaneamente revocata. Gli utenti non hanno gradito e l’hanno fatto sentire forte e chiaro.

“Il rischio di una tale concessione è l’aumento di applicazioni spam”

Concessione sospesa - Facebook aveva comunicato la notizia con molta nonchalance sul suo blog per sviluppatori venerdì scorso. Più che un post era una bomba a orologeria. Era subito chiaro che il “lasciapassare” a dati sensibili come il numero di telefono e l’indirizzo dell’utente che installa un’applicazione sul suo cellulare avrebbe scatenato le ire dei più attenti ai rischi per la privacy. E a nulla è servita la precisazione di Jeff Bowen, l’autore del post, che la “sbirciatina” non era estesa anche ai dati degli amici presenti nella rubrica telefonica. Douglas Purdy, autore del post-rettifica, comunica ieri sera che la concessione è sospesa in attesa di miglioramenti.

Pericolo spam - Molti sviluppatori hanno gradito la notizia di poter accedere al numero di telefono e all’indirizzo degli utenti, altri invece hanno mostrato qualche perplessità. Il timore maggiore è l’aumento di potenziali applicazioni spam e il furto di identità. C’è chi dice che Facebook, prima di concedere una tale libertà di movimento alle applicazioni, dovrebbe trovare un sistema serio per selezionare gli sviluppatori e mettere alla porta i truffatori. Altri, come già aveva fatto già notare Sophos sul blog Naked Security, bisognerebbe mettere in maggiore evidenza la pagina che spiega che l’utente sta permettendo alle applicazioni di accedere a dati così sensibili.

Crash test on-line. Guarda la gallery!

19 gennaio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us