La storia di Facebook in foto

Idee, tradimenti, cause legali, successi finanziari e tante curiosità: la storia per immagini del più popolare social network e del suo fondatore Mark Zuckerberg dal primo sito (Thefacebook) all'acquisto di WhatApp.

Sai perché Facebook è blu? - Sapresti riconoscere i più popolari loghi del web solo dai colori? Mettiti alla prova

corbis_42-26520481reu_rtr1v1iycorbis_42-53192665reu_rtr1s8x3reu_rtr20gxlreu_rtr2w75ncorbis_42-26970671reu_rtxt2mz15_mgzoomreu_rtxxkvereu_rtxxkmtreu_rtr2lg61reu_rtr2my4ereu_rtr2ojl9reu_rtr2urjvreu_rtr2roopreu_rtr2roq5corbis_42-33812614reu_rtr32912reu_rtr328ovreu_rtx11kbz31_mgzoomcorbis_42-49210487corbis_42-52595394reu_rtr32tveget_17706112840-_mgzoomreu_rtx14tt1Approfondimenti
corbis_42-26520481

Dalla prima ristretta rete universitaria all'ingresso in Borsa, dai furti di idee tra i banchi di Harvard all'acquisizione di WhatsApp: negli ultimi 10 anni Mark Zuckerberg e la sua creatura ne hanno fatta di strada.

reu_rtr1v1iy

Dal 2006 al 2007 la posizione di Facebook nella graduatoria di traffico di siti passa dalla sessantesima alla settima posizione; in quell'anno, diviene anche il primo sito negli USA per foto visualizzabili, con 60 milioni di immagini caricate ogni settimana. Qui, Mark Zuckerberg durante una conferenza al summit Web 2.0 a San Francisco, California. Ai piedi una sua cifra stilistica distintiva: le ciabatte.

corbis_42-53192665

Il quartier generale di Facebook nella Baia di San Francisco vicino a Menlo Park, California.

reu_rtr1s8x3

I gemelli Cameron e Tyler Winklevoss all'uscita della Corte Distrettuale di Boston (Massachusetts), il 25 luglio 2007. I due imprenditori statunitensi, ex compagni di università di Zuckerberg, nel 2008 hanno intentato una causa civile contro Mark, accusandolo di furto di proprietà intellettuale.

Quattro anni prima infatti i fratelli avevano ideato un social network universitario riservato agli studenti di Harvard (HarvardConnection, poi ConnectU) e avevano chiesto aiuto a Zuckerberg per svilupparlo. Ma presto Mark li abbandonò per fondare, poco dopo, Facebook. La richiesta di danni iniziale è stata di 600 milioni di dollari, ma i due ne hanno ottenuti "solo" 65.

Gli utenti di Facebook hanno amici più stretti anche offline

reu_rtr20gxl

Nel 2008 viene introdotta la funzione Facebook Connect, per condividere i contenuti dei siti direttamente su Facebook e semplificare le procedure di login: l'accesso ai siti con questa funzionalità si fa direttamente con le proprie credenziali di Facebook.

reu_rtr2w75n

Il 21 aprile 2010 viene introdotto il testo "Mi piace" per indicare l'apprezzamento per gli stati degli utenti amici. Ciclicamente circolano indiscrezioni, più o meno realistiche, sull'introduzione di nuove funzionalità per esprimere empatia o distanza ai commenti sulle bacheche altrui.

Una delle ultime riguarda la possibile, prossima introduzione di un pulsante "Sympathize" per comunicare vicinanza emotiva agli "amici" che scrivono cose tristi (in questo caso un "mi piace" potrebbe essere facilmente equivocabile).

corbis_42-26970671

Nel dicembre 2010 la rivista Time incorona Mark Zuckerberg "persona dell'anno".

Guarda anche il curioso ritratto-scultura di Zuckerberg (con rovinosa sorpresa finale)

reu_rtxt2mz

L'attore americano Jesse Eisenberg durante la promozione del film The Social Network, un film del 2010 diretto da David Fincher, incentrato sulla nascita di Facebook e sulle cause legali legate alla sua fondazione.

15_mgzoom

Una scena del film in cui Jesse Eisenberg interpreta Mark Zuckerberg, naturalmente in ciabatte (e pigiama).

reu_rtxxkve

Facebook svolge, come altri social network, un ruolo chiave nelle proteste della Primavera Araba: qui, dimostranti antigovernativi seduti davanti a un graffito in suo onore a Piazza Tahrir, al Cairo (Egitto).

Leggi anche: Twitter va alla guerra

reu_rtxxkmt

La scritta Facebook campeggia in un cartello anti Mubarak durante le proteste a Piazza Tahrir il 7 febbraio 2011.

reu_rtr2lg61

Un incontro tra Barack Obama e Mark Zuckerberg nei quartieri generali di Palo Alto, California, nell'aprile 2011. Qui entrambi si tolgono la giacca.

reu_rtr2my4e

Zuckerberg accanto al presidente della Commissione Europea Jose Manuel Barroso al G8 Deauville (Francia).

reu_rtr2ojl9

A luglio 2011 Facebook lancia un servizio di videochiamate che utilizza le funzionalità di Skype. Qui una conferenza congiunta con il CEO di Skype Tony Bates.

reu_rtr2urjv

La Wall di Facebook negli uffici newyorkesi della compagnia.

reu_rtr2roop

La conferenza per l'esposizione dei nuovi layout del sito a San Francisco, nel settembre 2011. I videogiochi messi gratuitamente a disposizione degli utenti sul sito hanno moltiplicato esponenzialmente le visite.

reu_rtr2roq5

L'introduzione della Timeline di Facebook illustrata per la prima volta nel settembre 2011.

corbis_42-33812614

Tra aprile e settembre 2012 Zuckerberg acquisisce Instagram, una delle più popolari applicazioni di photo sharing, e i suoi dipendenti, per una cifra in azioni e denaro di 1 miliardo di dollari.

reu_rtr32912

Il 18 maggio 2012 Facebook viene quotato in Borsa: il suo valore di mercato odierno è di 171.674 miliardi di dollari (ed ha appena oltrepassato quello di Amazon, attualmente di 164 miliardi di dollari).

Ma le cose non sono andate così bene sin da subito: l'ingresso a Wall Street non è stato infatti esente da traumi. Forse anche a causa dell'eccessivo ottimismo iniziale, a quattro giorni dalla sua entrata al Nasdaq il titolo di Facebook ha perso l'11% del suo valore, bruciando circa 10 miliardi di capitalizzazione di mercato.

reu_rtr328ov

Il messaggio di benvenuto di Facebook al mercato borsistico Nasdaq di New York apparso sugli schermi di Times Square il 18 maggio 2012.

reu_rtx11kbz

Mark Zuckerberg con la moglie Priscilla Chan. I due si sono sposati il giorno dopo l'entrata di Facebook in borsa.

31_mgzoom

Il 4 ottobre 2012 viene sfondato il tetto del miliardo di utenti. Quasi un abitante della Terra su sette è su Facebook.

corbis_42-49210487

Il carro di Facebook - con tanto di fondatore - alla parata dell'orgoglio gay a San Francisco, nel giugno 2013. Mark Zuckerberg ha dichiarato che nella sua azienda non c'è posto per le discriminazioni. E 700 dei suoi dipendenti hanno partecipato alla manifestazione.

corbis_42-52595394

Un altro tripudio di colori, questa volta nella sede dei quartier generali europei di Facebook a Dublino, Irlanda.

reu_rtr32tve

Il logo di Facebook sulle pareti di una sala conferenze di Dubai: a giugno 2012 sono stati aperti i primi uffici della società nella città del Medio Oriente.

get_177061128

Il profilo Facebook di Mark Zuckerberg hackerato da Khalil Shreateh: nell'agosto 2013 il ricercatore palestinese è divenuto famoso per aver pubblicato un post sulla bacheca di Zuckerberg, pur non rientrando tra i suoi "amici", dimostrando di fatto un baco nel sistema. Pare che l'hacker avesse in precedenza tentato di segnalare il bug in modi meno invasivi, ma che non fosse stato ascoltato.

40-_mgzoom

La pagina Facebook ufficiale di Papa Francesco, seguita da oltre un milione e 160 mila fan.

reu_rtx14tt1

Una serie di ritratti di Zuckerberg realizzati dall'artista cinese Zhu Jia ed esposti in una galleria d'arte di Singapore. La mostra "The Face of Facebook" ha visto la partecipazione di oltre 50 artisti che hanno dato la loro interpretazione del volto del fondatore del social network. Le 67 opere sono state vendute in blocco ad un unico compratore al prezzo di 700 mila dollari.

Dalla prima ristretta rete universitaria all'ingresso in Borsa, dai furti di idee tra i banchi di Harvard all'acquisizione di WhatsApp: negli ultimi 10 anni Mark Zuckerberg e la sua creatura ne hanno fatta di strada.