Digital Life

Facebook controlla la chat in cerca di pedofili

I registri delle chat vengono poi cancellati?

di
Il social di Mark Zuckerberg ammette di usare uno software di scansione per cercare segnali di pericolo nelle chat e, nello specifico, che mettano a rischio i bambini. Ma l'intervento umano è solo nei casi più gravi.

"Un presunto pedofilo americano è finito in manette ma è stato assolto"

FaceCop -

seguono le procedure previste

Mani in alto, sono Facebook - Almeno un caso di pedofilia è stato già sventato con questo sistema. Era il 9 marzo e un uomo di circa trent'anni stava chattando con una ragazzina di 13 su Facebook. I temi erano abbastanza espliciti, i due parlavano apertamente di sesso e si erano dati appuntamento per il giorno dopo. Il software di controllo ha messo insieme la discussione hot con la forte differenza di età dei due e ha subito mandato una segnalazione di sospetta pedofilia. I supercontrollori - umani - hanno avvertito la polizia che si è affrettata ad ammanettare l'uomo.

Facebook è uguale per tutti? - Il presunto pedofilo, però, in giudizio ha avuto la meglio ed è stato giudicato non colpevole del reato di adescamento di minore. Questa vicenda è emblematica ma è solo una goccia in un enorme oceano: le chat controllate sono milioni ogni giorno, i controlli sono rigidi e l'FBI americano ha inserito Facebook tra i siti da tenere sotto controllo in cerca di segnali di allarme. Ma non è solo questo social a collaborare con la giustizia, visto che sono ormai decine i servizi sul web che hanno adottato politiche di controllo a due stadi - prima software, poi umano - e che girano le segnalazioni alle forze dell'ordine. Il problema di privacy, però, è che fine facciano i registri delle nostre conversazioni. Se il presunto pedofilo fosse stato giudicato colpevole la chat con la scampata vittima sarebbe diventata un atto del processo, ma ora che è stato scagionato siamo sicuri che Facebook non abbia ancora in archivio quei messaggi piccanti inviati alla tredicenne?

Dieci trucchi per usare Facebook al massimo

13 luglio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us