Digital Life

Facebook: c'è un possibile gioco per GPS in cantiere

Un nuovo gioco che scopre dove sei.

Facebook pare voglia cimentarsi in un tipo di software che ha già portato molta fortuna a startup specializzati nella geolocazione come Foursquare e Yelp: i location game. Per chi non lo sapesse, questo genere di passatempo utilizza i dati di un GPS per far coinvolgere gli utenti in una specie di blanda "realtà aumentata": la propria posizione reale viene utilizzata ai fini del gioco. Il concetto è a quanto pare molto divertente nei giochi di ruolo o di strategia, ma in realtà sfruttabile per qualsiasi genere di videogame (o di applicazione per il tempo libero, se per questo), anche in semplici "cacce al tesoro". E' ovvio che Facebook possa essere interessato a tentare la fortuna con i location game, dato che alcuni di essi si stanno rivelando lucrativi... Se il numero di utenti è sufficientemente grande. Nel caso del social network in questione l'user base è l'ultimo dei problemi: mezzo miliardo di possibili giocatori sono un numero che farebbe tremare le ginocchia alle più grandi software house.Il progetto sarebbe quindi una forte tentazione. Ma i grattacapi da risolvere sono seri e il più grosso è quello della questione privacy. Facebook diffonde un quantitativo di dati personali che molti ritengono eccessivo e il social network è utilizzato da innumerevoli minori. Se a quello che Facebook già dice di noi aggiungiamo anche la posizione, magari aggiornata in tempo reale, la formula produce un'autentica "polveriera mediatica". Potrebbero verificarsi situazioni molto pericolose: consiglierei a Mark Zuckerberg e al suo team di dirigenti di procedere con cautela.

18 agosto 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us