Digital Life

Facebook: bottone anti-molestatori per adolescenti

Nuovo pulsante anti-panico per adolescenti.

Ciò che mi ha sempre colpito degli inglesi è la loro fiducia nelle istituzioni. In una situazione di pericolo, il popolo della Gran Bretagna sembra sempre convinto che qualche “ufficiale” prenderà coraggiosamente il comando e lo porterà in salvo. Noi italiani, d’altra parte, spesso partiamo dal presupposto che se dovessimo chiamare aiuto, il massimo che le istituzioni faranno sarà voltarsi dall’altra parte e tornare pacificamente a dormire. E senza mettersi neppure il cuscino sopra la testa.

Con l’omicidio di Ashleigh Hall, studentessa di puericoltura diciassettenne, l’allarme sociale in UK è schizzato ai massimi livelli: che un molestatore possa usare Facebook per catturare le proprie prede adolescenti non è certo inconcepibile, ma quando capita è come un incubo diventato realtà per i genitori apprensivi del Regno Unito (e di tutto il mondo). Ed è per questo che Facebook ha finalmente ceduto alle pressioni del CEOP (Child Exploitation and Online Protection Centre), un organismo almeno in parte guidato dal governo, ed ha deciso di creare un’applicazione molto speciale.

Si tratta di un collegamento diretto ad un “centralino” del CEOP, un bookmark che permette di chiedere supporto nei casi di bullismo o quando si ha qualche sospetto di essere la vittima delle attenzioni di qualche personaggio poco raccomandabile. Oltre alla funzione di “tasto di emergenza”, l’applicazione fornirà agli adolescenti informazioni utili su come proteggersi e su cosa fare in situazioni di pericolo, si spera senza tartassarli di messaggi ripetitivi e seccanti, che spesso vengono ignorati alla stregua delle pubblicità fastidiose in TV.Il link al CEOP sarà per il resto una normale applicazione. Verrà segnalata a tutti i ragazzi tra i 13 e i 18 anni d’Inghilterra che hanno un account di Facebook.

13 luglio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us