Focus

Google Earth Engine, la macchina del tempo di Google

Una serie di time-lapse mostrano come l'uomo è intervenuto sulla Terra negli ultimi 32 anni: i mosaici di immagini ottenuti grazie alle più avanzate tecnologie satellitari.

columbiaglacier
Il ghiacciaio Columbia, in Alaska. | Google Earth

Mentre l'uomo costruiva, deforestava, scavava, demoliva il proprio habitat naturale, i satelliti in orbita attorno alla Terra hanno documentato la radicale trasformazione.

 

Ora possiamo rivedere le immagini della metamorfosi del pianeta grazie a un importante aggiornamento della funzione Timelapse di Google Earth Engine, la piattaforma di Big G sviluppata insieme alla Carnegie Mellon University, che analizza e processa le fotografie satellitari del globo.

 

Viaggio nel tempo. Questo strumento è stato arricchito con le immagini più recenti e dettagliate di Landsat 8, il satellite della Nasa che dal 2013 monitora la superficie terrestre, e con le foto scattate da Sentinel-2A (l'occhio dell'Esa sul mondo, parte del programma Copernicus) nel 2015 e 2016. In particolare sono state aggiunte immagini molto precise e con colori più nitidi degli ultimi 32 anni, così che possiamo osservare i cambiamenti di ogni angolo di Terra dal 1984 ad oggi, come in una macchina del tempo.

 

Come eravamo (e come siamo). Con questo tuffo nel passato possiamo vedere lo sviluppo, nel tempo, delle grandi città, lo sfoltimento delle foreste, l'assottigliamento di laghi e ghiacciai, la costruzione di campi e parcheggi. Potete zoomare o rimpicciolire l'area a vostro piacere, cercare una precisa città o quartiere oppure, se siete pigri, scegliere uno video di questa playlist (con 40 ore di trasformazioni nel tempo).

 

Qui sotto, potete vedere come è cambiata, negli ultimi 32 anni, Dubai:

 

O ancora come si è sviluppata la miniera di Chuquicamata, in Cile:

 

Come si sposta un ghiacciaio antartico:

 

Ma anche come è cambiata Roma:

 

O Milano:

 

30 novembre 2016 | Elisabetta Intini