Digital Life

Dimmi come batti i tasti e ti dirò quanto sei stanco

Una ricerca del MIT analizza in che modo la stanchezza influenza il lavoro al computer e suggerisce le possibili contromisure.

Il buonsenso comune suggerisce che la stanchezza riduce la nostra efficienza, ma ora un gruppo di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha deciso di dare una base scientifica a questa convinzione. La loro attenzione si è concentrata su come utilizziamo la tastiera di un computer, per verificare se e in che modo l'affaticamento influenza il nostro modo di scrivere.

L'esperimento. Sono stati utilizzati 14 volontari, sette donne e sette uomini, cui è stato chiesto di ricopiare un articolo di Wikipedia mentre erano pienamente vigili e riposati. La prova è stata ripetuta svegliandoli circa 70-80 minuti dopo che erano andati a dormire, e dunque quando erano ancora un po' assopiti.

I ricercatori hanno scoperto che la stanchezza rende più lunga la durata della pressione esercitata sui tasti, spia di una minore rapidità e chiarezza.

Le conclusioni. I dati completi della ricerca saranno pubblicati prossimamente sulla rivista Scientific Letters. Nelle anticipazioni fornite da Scientific American, i ricercatori del MIT sottolineano che le loro conclusioni potrebbero incoraggiare lo sviluppo di software che registrino la stanchezza dell'utente di un computer ed eventualmente intervengano per evitare errori da assopimento.

E suggeriscono anche che il medesimo concetto potrebbe essere utilizzato per diagnosticare o monitorare malattie neurodegenerative come il Parkinson, proprio evidenziando cambiamenti strutturali nella digitazione.

9 aprile 2015 Aldo Fresia
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us