Digital Life

Dimenticare il passato è un diritto

Se si vuole, secondo la Corte di giustizia europea si può chiedere a Google di cancellare le nostre passate “imprese”. È veramente una vittoria della privacy?

Vuoi sapere tutto su come funziona la dimenticanza? Nel prossimo numero di Focus, in edicola dal 21 maggio al 19 giugno abbiamo preparato un dossier sull'oblio... sia quello nel nostro cervello sia quello on line.

La Corte europea di giustizia di Lussemburgo ha deciso che ogni persona ha il diritto di cancellare le informazioni presenti in Internet che la riguardano, e che per esempio il potentissimo motore di ricerca Google deve “permettere che utenti on line siano dimenticati”, cancellando le pagine che li riguardano. Impone infatti ai motori di ricerca di bloccare l’accesso ai contenuti che un utente non vuole siano visti (e non cancellare quei contenuti, sarebbe impossibile, come alcuni organi di informazione hanno erroneamente detto.

Non mi sono mai ubriacato!
La sentenza cerca di mettere ordine in un ginepraio di cause e discussioni, che essenzialmente dipendono dal fatto che l’on line è molto meno effimero di quanto si pensasse tempo fa; un fatto di molti anni fa è ancora rintracciabile da chiunque, mentre una foto su un giornale è molto più complicata da ritrovare.

Ci sono in Internet foto e testi che risalgono a oltre 20 anni fa, e qualcuno potrebbe sentirsi imbarazzato da quella determinata immagine che lo ritrae ubriaco, o da quella dichiarazione improvvida di decenni fa. La Corte ha stabilito che il diritto alla privacy è più importante de diritto del pubblico a ritrovare informazioni.

Non tutto è così facile
La sentenza è piuttosto problematica, perché negli Stati Uniti va per esempio contro il Primo Emendamento (che garantisce libertà di parola). I motori di ricerca, Google in testa, non sono del tutto convinti che una sentenza come questa sia applicabile. Quanto devono essere approfondite le ricerche che si dovranno fare per cancellare pagine imbarazzanti? Cosa fare quando un politico o un’altra persona di potere chiede di cancellare sentenze o altri particolari della sua vita che sono sempre stati di pubblico dominio? E se un governo autoritario interviene, non si rischia di arrivare alla censura?

Ti potrebbero interessare
Come salvare la propria faccia virtuale
Test: che reputazione hai su Internet?



14 maggio 2014 Marco Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La morte atroce (e misteriosa) di Montezuma, la furia predatrice dei conquistadores, lo splendore della civiltà azteca perduta per sempre: un tuffo nell'America del sedicesimo secolo, per rivivere le tappe della conquista spagnola e le sue tragiche conseguenze. 

ABBONATI A 29,90€

Il ghiaccio conserva la storia del Pianeta: ecco come emergono tutti i segreti nascosti da milioni di anni. Inoltre: le aziende agricole verticali che risparmiano terra e acqua; i tecno spazzini del web che filtrano miliardi di contenuti; come sarà il deposito nazionale che conterrà le nostre scorie radioattive; a che cosa ci serve davvero la mimica facciale.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa sono i pianeti puffy? Pianeti gassosi di dimensioni molto grandi ma di densità molto bassa. La masturbazione è sempre stata un tabù? No, basta rileggere la storia della sessualità. E ancora: perché al formaggio non si può essere indifferenti? A quali letture si dedicano uomini e donne quando sono... in bagno?

ABBONATI A 29,90€
Follow us