Digital Life

Crisi file sharing. Anche i torrent in pericolo?

L'addio del celebre motore di ricerca per file torrent.

2005 - 2012. La data di nascita e di morte, come fosse una lapide. Dopo MegaUpload, e altri siti per la condivisione dei file, chiude anche BtJunkie, il motore di ricerca per torrent già al centro di numerose polemiche che l'avevano reso inaccessibile (o quasi) dall'Italia. Un cyber-suicidio in piena regola.

“Un cyber-suicidio con cyber-biglietto per il popolare sito di torrent”

Lettera d'addio - Poche righe bianche su sfondo blu per salutare i fedeli utenti che ne avevano decretato il successo in questi sette anni. “È la fine di un percorso, amici. La decisione non è stata facile, ma abbiamo scelto volontariamente di chiudere. Ci siamo battuti per anni per il vostro diritto di comunicare, ma è tempo di andare oltre. È stata un'esperienza di vita indimenticabile. Vi auguriamo il meglio!”. Quattro milioni di torrent attivi, con una crescita di quattromila nuovi file al giorno circa: fino al momento dell'addio.

Al centro del mirino - A partire dall'aprile dell'anno scorso, l'accesso al popolare sito era stato bloccato dall'Italia, in seguito a un'operazione della Guardia di Finanza di Cagliari soprannominata Poisonous Dahlia. In seguito all'arresto del fondatore di Megaupload, Kim Dotcom, e alla reazione a catena che ha provocato in siti analoghi, che hanno deciso di bloccare i download in attesa di tempi migliori, pare che anche gli amministratori di BtJunkie abbiano scelto di abbandonare pirateria e pirati, forse nel timore di ulteriori ritorsioni. La piattaforma canadese sembra essere stata colpita dall'effetto domino che sta cambiando la mappa online della condivisione di file. A quando una piattaforma legale, a prezzi ragionevoli, per venire incontro alle esigenze degli utenti senza andare a intaccare gli interessi dei creatori di contenuti? (sp)

Chiara Reali

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

LE TOP GALLERY DI JACK

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

7 febbraio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us