Digital Life

Console Ouya presto nelle mani degli sviluppatori

Spediti i primi 1.000 esemplari agli sviluppatori.

di
L’attesa per Ouya, la console da gioco open source che a luglio raccolse finanziamenti per 8.5 milioni di dollari su Kickstarter. I primi esemplari sono appena stati spediti agli sviluppatori che adesso potranno iniziare a lavorare su giochi e nuove periferiche.

"Gli sviluppatori potranno inventare anche nuove periferiche"

Sei mesi

Ouya

La loro creatura videoludica, lanciata su KickStarter il 10 luglio scorso

Special-pack - Gli sviluppatori, che al momento della sottoscrizione su Kickstarter.com contribuirono al progetto con una cifra di poco inferiore ai 700 dollari, potranno sia sviluppare nuovi giochi (il pacchetto SDK è stato rilasciato lo scorso venerdì) che nuove periferiche. La console spedita in questi giorni, infatti, potrà essere completamente “vivisezionata”, così da poterne analizzare a fondo le caratteristiche tecniche. I programmatori troveranno nel pacco regalo (anche se con qualche giorno di ritardo rispetto al Natale e alla Befana), due gamepad e tutta la cavetteria necessaria a farla funzionare, così da poterla testare anche sul campo.

Parco giochi - Chi fosse interessato, può pre-ordinare la console sul sito del produttore: 99 dollari con un gamepad (+ 20 dollari di spese di spedizione internazionale) e ulteriori 30 dollari per chi vuole un controller extra. E ben presto arriveranno anche i primi giochi. Ouya, infatti, è legata al network di cloud-gaming OnLive metterà a disposizione della console di mettere centinaia di titoli di oltre 80 software house. La console open source, inoltre, supporterà XBMC (Xbox Media Center) che all’occorrenza, la trasformerà in un compattissimo media player. (sp)

L'unboxing della console oper source Ouya

31 dicembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us