Digital Life

Censurato sito con video su violenze della Polizia

Oscurato sito francese che diffondeva video sui poliziotti.

La censura francese si è accanita su un sito che pubblicava video sulle violenze e la condotta “sopra le righe” di Polizia e Gendarmeria.

Il Tribunal de Grande Instance di Parigi ha decretato che il sito Copwatch Nord Paris I-D-F è un pericolo per l’onore e l’integrità della Polizia e della Gendarmeria e bisogna impedirne l’accesso da parte degli utenti del web. La motivazione della sentenza riguarda la violazione della privacy ai danni dei tutori dell’ordine.

Un poliziotto o un gendarme francese in servizio è protetto da particolari tutele. Non può mai girare da solo e se il suo volto, per qualche ragione, viene ripreso deve poi essere oscurato per renderlo irriconoscibile.

Il sito Copwatch, ovviamente, non ha mai rispettato questa normativa nata per proteggere gli agenti dalle vendette ma che, in questo caso specifico, ha contribuito a coprire dei gravissimi abusi di potere. Anzi, il sito faceva in modo che i poliziotti fossero identificati per nome e cognome, con i volti ben visibili di fronte alle telecamere. Quando si tratta della tecnologia del riconoscimento facciale, le autorità francesi diventano decisamente paranoiche.

Oltre alla violazione della privacy, la magistratura ha giudicato ingiuriose diverse pesanti accuse rivolte al corpo di Polizia e alla Gendarmeria, come quella di spingere i poliziotti a violare la deontologia e l’etica, di tollerare di buon grado la scarsa disciplina negli agenti e di aver istituito un vero e proprio centro di addestramento alla tortura a Calais, una città del nord della Francia. (sp)

Le migliori gaffe della Polizia

20 ottobre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us