Digital Life

Caccia ai super hacker con vendetta

Ma il criminale si vendica pesantemente.

Un esperto di sicurezza informatica americano, Aaron Barr, afferma di essere riuscito a penetrare Anonymous, il collettivo hacker responsabile di diversi attacchi nel mondo.

“Il gruppo di ribelli informatici ha pubblicato online tutti i dati di Mr Barr”

Hacker alla ribalta - Il collettivo di hacker è noto alla cronaca come responsabile di diverse incursioni e azioni sovversive nel cyberspazio: dalle proteste anti Scientology, a quelle pro Wikileaks, agli attacchi a MasterCard, Visa, FBI e, non da ultimo, il governo italiano. Infatti, stando a un lancio di agenzia, dopo l'azione dimostrativa della scorsa settimana, gli hacker di Anonymous minacciano di colpire nuovamente l'accesso al sito Governo.it, con moitvi ben precisi: "difendere la libertà d'espressione, di stampa e internet libera e accessibile", nonché come protesta contro la tassa, che definiscono "infame": "la tassa Bondi/Siae" relativa ai dispositivi di archiviazione digitale.

Identità svelate? - Barr è un responsabile della società di sicurezza informatica HBGary Federal e ha affermato di aver trovato un modo per entrare in possesso delle identità degli hacker, in pratica è riuscito a scoprire su IRC la leadership di Anonymous. Secondo l'esperto sarebbe un gruppo alquanto limitato: "sono probabilmente non più di 20-40 persone, il resto sono zombie per far numero”. Barr ha identificato alcuni admin dell'internt relay chat, come "Q," "Owen," e "CommanderX" e ha incrociato dei dati per identificare nel mondo reale, arrivando a tre soggetti: due in California e uno a New York.

Contatta l'FBI - Dopo aver reso pubbliche le informazioni, senza specificare i nomi, Barr è stato contattato dall'FBI, dalla sicurezza nazionale e dai militari usa. Aaron Barr a quel punto avrebbe voluto fornire i dati dei leader di Anonymous all'FBI, ma ha scatenato le ire degli hacker. In poco tempo il collettivo Anonymous ha violato il sito internet della sua agenzia di sicurezza, si è impossessato e ha reso disponibili online su ThePirateBay diverse migliaia di e-mail dell'esperto, private e professionali.

Figuraccia su Web - Inoltre gli hacker hanno violato il suo account di twitter, sempre per mezzo delle mail archiviate sui computer aziendali, che hanno utlizzato per un periodo di tempo limitato al fine di inviare messaggi di protesta contro l'esperto. Infatti gli hacker di Anonymous hanno sbugiardato l'esperto americano asserendo, attraverso un comunicato che è stato anche pubblicato sulla homepage della sua agenzia di sicurezza durante l'incursione, che le informazioni in suo possesso erano errate e senza alcuna pratica utilità.

E hanno ribadito che, anzi, alcune delle persone coinvolte non hanno nessuna intenzione di nascondersi e all'esperto sarebbe bastata una ricerca con google per scoprirne la vera identità.

Il conto è molto salato - Gli hacker non si sono comunque accontentati di violare il sito della società e far fare una meschina figura all'esperto: hanno voluto anche punirlo. Hanno pubblicato e reso disponibile a chiunque: indirizzo, numero di previdenza sociale, carta sanitaria, dati economici, conti bancari e altre informazioni riservate e sensibili su Mr Barr, che sta ora raccogliendo i cocci della sua vita, in conseguenza alla sua crociata contro gli hacker di Anonymous.

Scopri le tecnologie che ti danno i super poteri

11 febbraio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us