Banda larga in Italia: Sud batte Centro-Nord

Le connessioni ADSL sono più veloci al Sud: è quanto emerge dall’ultimo rapporto realizzato da SosTariffe.it. Le Regioni meridionali offrono in media una velocità di navigazione reale più alta rispetto a quelle del Nord e del Centro. Scopriamo i dati nel dettaglio.

adsl-italia-regioni
SosTariffe.it offre una panoramica sulla velocità media delle connessioni ADSL nelle varie regioni italiane |

Dal maggio 2010 al luglio 2013, i visitatori del sito SosTariffe hanno effettuato oltre 500.000 speed test, prove specificamente realizzate per valutare la propria connessione. Questa enorme mole di dati, analizzata complessivamente, offre una sconcertante e sorprendente mappa delle velocità di connessione ADSL nel nostro Paese.

# Leggi anche La velocità di download in Italia è troppo lenta!

 

Il primo dato rilevato dalla piattaforma di SosTariffe.it - ne esiste una analoga messa a disposizione dall’Agcom - mostra che la velocità media effettiva delle linee ADSL italiane dal 2010 ad oggi si attesta sui una media di circa 5,1 Mbps con un aumento dell’8% in tre anni. Un miglioramento dovuto principalmente alla maggior diffusione delle offerte a 20 Mega.

SosTariffe.it ha analizzato anche il gap che esiste tra la velocità reale registrata dagli utenti e quella dichiarata dalle tariffe sottoscritte. L'offerta a 7 mega resta ancora la più diffusa tra gli italiani, ma dal 2010 a oggi non sembra essere cambiato molto: la velocità effettiva registrata è rimasta più o meno costante intorno ai 4 Mbps. Ad aumentare, invece, è la velocità per le ADSL a 20 Mega: quella effettiva è passata dai 6,7 Mbps del 2010 ai 7,1 Mbps di quest’anno.

La velocità reale dei navigatori italiani resta, però, inferiore del 60% rispetto a quella massima dichiarata e questo è un dato deludente.

 

Come detto la velocità media a livello nazionale si attesta intorno ai 5,1 Mbps. Se si scende, però, ad analizzare i dati per macro-aree, spuntano le prime sorprese.

Il Sud e le Isole, come mostra la tabella qui affianco, sono l’area dove la velocità ADSL reale registrata è maggiore. Nel Mezzogiorno, infatti, si viaggia in internet a 5,36 Mbps, contro i 4,9 del Nord. Una differenza non molto marcata ma significativa e, con tutta probabilità, non attesa.

 

La Regione più veloce, in questi primi sette mesi del 2013, è la Toscana dove si viaggia a una velocità effettiva di oltre 5,6 Mbps, seguita a poca distanza dalla Liguria. Buoni risultati per le regioni del Sud: Puglia, Sardegna e Campania occupano il terzo, quarto e quinto posto con velocità solo di poco inferiori. Velocità sotto la media per le regioni del Nord più popolose, Lombardia e Piemonte, rispettivamente con 5,1 e 4,9 Mbps. Chiudono la classifica l’Umbria, con una velocità di circa 4,3 Mbps, il Veneto, con un deludente 4,1 Mbps, e l’Abruzzo, ultimo con risultato molto simile.

 

4G in molte città

La maggior parte delle città italiane, come rilevato da SosTariffe.it in un recente studio, sono anche coperte dalla rete mobile 4G: ciò consente di navigare anche in mobilità con velocità elevate e un’esperienza d’uso simile a quella dell’ADSL.

Un altro dato curioso sono le velocità medie delle città italiane, considerando solo quelle con più di 100.000 abitanti.

La città con le linee ADSL a 7 Mega più veloci è Napoli, dove si registra una velocità media di 5,36 Mbps, ottimo risultato per questo tipo di connessione. Le altre città sono staccate: seguono Genova e Torino con 4,9 Mbps, Firenze con 4,8 Mbps e Bologna poco sotto.

Se si guarda alle linee ADSL a 20 Mega, sempre più diffuse tra gli italiani, la città più veloce è Firenze, che stacca nettamente le altre ed è l’unica a superare la soglia dei 10 Mbps con una velocità di 10,5 Mbps. Al secondo posto ancora Napoli, che si avvicina agli 8,3 Mbps, e Torino, che sfiora gli 8,2 Mbps. Seguono Milano con 8,1 Mbps e Catania con 7,9 Mbps.

Emerge chiaramente come le città non siano particolarmente avvantaggiate nelle velocità ADSL rispetto ai Comuni più piccoli, in particolare con le linee a 7 Mega, dove parecchi centri urbani mostrano velocità inferiori alla media nazionale e a quella della propria regione. Va segnalato, tuttavia, che molte città italiane sono ormai coperte dalla fibra ottica e sono disponibili offerte commerciali che propongono una connessione in fibra a prezzi molto simili a quelli della ADSL, offrendo però una velocità e una qualità molto maggiori.

Si sta diffondendo inoltre l’ultima evoluzione della tecnologia ADSL, la VDSL2: grazie a collegamenti in fibra ottica che arrivano molto vicini alle abitazioni, questa tecnologia consente velocità massime teoriche fino a 30 Mbit/s e oltre.

 
19 settembre 2013 | Silvia Ponzio