Digital Life

Arriva Pirate Pay. I torrent hanno le ore contate?

Tecnologia che manda in tilt il sistema di file sharing dei torrent.

di
Tempi duri per i pirati 2.0. Arriva dalla Russia con furore una tecnologia che manda in tilt i client per il file sharing. Dopo Megaupload, Rapidshare e FileServe, adesso anche i torrent rischiano di perdere terreno.

"Microsoft Russia finanzia la lotta alla condivisione di materiale coperto da copyright"

Qualcuno salvi il copyright

knock-out

torrent

L’unica forma di P2P che sembrava (più o meno) ancora in salute

Una sorpresa inaspettata - Come definireste un software che nasce per gestire il traffico dati e si ritrova dopo tre anni a combattere la pirateria? Casuale! Esattamente come lo è stata la scoperta degli sviluppatori di Pirate Pay che in fase di test hanno notato la capacità della loro software di “stordire” BitTorrent e soci.

Micidiale sulle brevi distanze - Perché stordisce e non annienta del tutto? Ottima domanda e la risposta, com’è facile intuire, è impossibile debellare del tutto la pirateria. La soluzione escogitata dai “pirati” russi, però, sembra promettente. Il software riesce a saturare la rete, seppur per poco tempo, di falsi indirizzi IP che ingannano i client di condivisione, con la conseguente disconnessione dei nodi e quindi rallentamento/blocco temporaneo dei download: lo “scaricamento selvaggio” riprende comunque non appena è disponibile una nuova fonte.

Progetto vincente, fondi in arrivo! - La giovane start-up russa - anche se inaspettatamente - sembra aver trovato una tecnologia in grado di offrire un’ulteriore protezione ala diffusione di contenuti coperti da copyright. E per Microsoft Russia questa novità hi-tech ha un costo: vale 100.000 dollari. È questo il finanziamento elargito a Pirate Pay per migliorare la loro tecnologia e, ovviamente, giocare un ruolo di rilievo nell’intero progetto. (sp)

15 maggio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us