Digital Life

Un bicchiere di troppo? Ecco la app che ti evita figuracce

Un'azienda cinese ha sviluppato un sistema che consente allo smartphone di accorgersi se il proprietario ha alzato il gomito e di evitargli brutte figure. Sarà efficace?

Che lo smartphone ci stia cambiando la vita lo sappiamo bene, e che ormai sentiamo il bisogno di averlo in mano come se fosse parte del nostro corpo lo hanno confermato numerosi studi. Uno degli effetti collaterali è il rischio di usarlo anche in situazioni che possano mettere a rischio la nostra reputazione, per esempio, se dopo aver bevuto un bicchiere di troppo ci mettiamo a scattare selfie inopportuni, scrivere commenti fuori luogo sui social e fare altre figuracce che possano complicare, e persino rovinare la vita nel tempo di un like.

Per questo motivo Gree, un'azienda cinese non proprio famosissima, da poco entrata nel mondo della telefonia mobile, ha realizzato e brevettato un filtro anti-sbronza che ha come obiettivo principale quello di salvaguardare la faccia delle persone.
 
I divieti. La modalità "sbronza" è un'impostazione, preconfigurata interamente dall'utente, che stabilisce quali app sono vietate e quali consentite una volta che sarà attivato il filtro, ma, soprattutto, registra la sequenza di sblocco che dovrà essere riprodotta per consentire la disattivazione. Quest'ultima è una complicata sequenza di codici alfanumerici, segni e gesti da tracciare sullo schermo, praticamente impossibile da portare a termine se l'alcol ha preso il sopravvento sulle nostre capacità di coordinazione.

La modalità "sbronza" permette anche di limitare i numeri di telefono contattabili: dunque una volta attivata sarà possibile chiamare (purché siano stati precedentemente inseriti nella lista dei numeri utilizzabili) un taxi o l'amico più fidato perché ci riportino a casa, ma, per dire, il numero del capoufficio sarà momentaneamente irraggiungibile.
 
Il dubbio. Una volta attivato, questo singolare filtro attiverà anche funzioni che renderanno il telefono più facilmente utilizzabile a chi ha alzato un po' il gomito, per esempio mostrando numeri più grandi sulla tastiera o inviando, alla semplice pressione di un tasto, la posizione GPS a qualcuno che può venirci a recuperare. Resta però un dubbio: chissà se una app del genere sarà davvero sufficiente per salvare la reputazione o se non sia, al contrario, la sua stessa presenza nello smartphone a demolire la dignità del proprietario.

19 marzo 2021 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us