Digital Life

Anonymous si schiera con la Libia

Gli hacker di Anonymous prenderanno di mira il governo libico?

Il gruppo di hacker che si fa chiamare “Anonymous” esprime la propria solidarietà ai ribelli in Libia che chiedono la fine del regime del colonnello Gheddafi. E, come è avvenuto in Tunisia, è probabile che prendano di mira il Governo con qualche azione internet.

“Anonymous chiede una coperta no-fly zone per evitare che aerei bombardino i manifestanti”

Paladini della cyber libertà - Il gruppo “Anonymous” si dice scioccato per quello che sta avvenendo in Libia. E non è il solo. Ma chi è “Anonymous”? Non sappiamo chi si nasconde realmente dietro questo nome, e molto li considerano i nuovi paladini del Web che prendono le difese dei più deboli per combattere le cyber ingiustizie. Li conosciamo, per esempio, per aver preso di mira il governo tunisino reo di aver censurato i documenti di Wikileaks, ma anche per aver colpito alcuni siti istituzionali del nostro Paese - come governo.it, senato.it, parlamento.it e il sito di mediaset - perché non accettavano l'idea che molti nostri parlamentari litigassero mentre “centinaia di migliaia di famiglie non arrivano a fine mese".

Operazione Libia - Anonymous è un’entità composta da hacker esperti e uno dei tanti aforismi per definirsi è una frase di Chris Landers che dice che “Anonymous è la prima coscienza cosmica basata su Internet, Anonymous è un gruppo, nello stesso senso in cui uno stormo di uccelli è un gruppo. Come si fa a sapere che è un gruppo? Perché viaggiano nella stessa direzione. In qualsiasi momento, più uccelli possono unirsi, lasciare lo stormo o staccarsi completamente verso un'altra direzione.”. Anonymous, adesso, ha deciso di unirsi con i ribelli libici in quella che hanno definito in un documento “Operation Lybia” e chiedono di fornire una coperta no-fly zone per evitare che aerei bombardino i manifestanti, assicurare l’arrivo di medicinali e annunciare tali misure in 24 ore. Altrimenti? Anonymous dice solo che “sono anonimi, sono una legione, non dimenticano e non perdonano". È probabile che sentiremo ancora parlare di loro.

Le dieci migliori app per Facebook. Guarda la gallery!

22 febbraio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us