Digital Life

A Facebook non piace il rivelatore di single

L'app per monitorare le coppie non piace a Fb.

L’applicazione che permette di monitorare lo status e di sapere se una relazione è finita, non è piaciuta a Facebook ed è stata cacciata dal sistema.

“Bandita l’applicazione per controllare le relazioni. E spunta un mashup per mappare gli amici”

Niente notifica - Appena ieri era uscita la notizia, anche Jack ne ha parlato, dell’uscita di Breakup Notifier, l’applicazione per controllare in automatico le relazioni dei contatti sociali, nella speranza che la mail che indica un cambiamento di status possa informare un ritorno alla vita da single della persona ambita.

A causa del traffico – A quanto pare il motivo dell’esilio, secondo quanto riportato via e-mail da Facebook al creatore di Breakup Notifier Dan Loewenherz, è da ricercarsi nell’ampio traffico generato dalla sua applicazione: con 3,6 milioni di utenti, il sistema ha individuato l’applicazione come un possibile spam e, per contrastare eventuali usi fraudolenti dei contatti e dei feedback degli utenti, il sistema impedisce in automatico l’uso di tale applicazione. Per cui, secondo Facebook, il sistema immunitario del social network ha bandito l’applicazione di Loewenherz perché era troppo popolare.

Nuovo giochino per Facebook – Un altro interessante strumento per il social network è un mash up di Facebook e Google Maps, che permette di sapere e visualizzare dove sono i propri amici. Il nome è più che esplicito: “Where My Friends Be?”. Questo strumento mostra sulla mappa, in pochi secondi e con un click, dove sono i propri contatti, visualizzandoli su tutto il globo. Come afferma uno degli sviluppatori, Ajay Mehta: “Sorprendentemente non ci sono molte app del genere. Alcune sono a dir vero poco sviluppate o sono state cancellate anni fa. Gli amici appaiono sulla mappa in un modo accattivante e interattivo”.

I giochi per pc più attesi del 2011. Guarda la gallery!

24 febbraio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us