Digital Life

5G: e se "disturbasse" le previsioni meteo?

Il 5G trasmetterà a frequenze molto vicine a quelle utilizzate dai satelliti atmosferici per rilevare l'umidità. A rischio l'affidabilità delle previsioni meteorologiche.

Il 5G, cioè la quinta generazione delle telecomunicazioni, sta arrivando carica di promesse, ma fra queste si nasconde un'insidia. Non stiamo parlando di danni alla salute (indagati da vari studi e non ancora riscontrati), ma dell'interferenza del 5G con le previsioni meteo.

E LE PREVisioni? Come riporta Nature, il 21 novembre l'Unione Internazionale delle Telecomunicazioni ha stabilito le frequenze a cui dovrà attenersi il 5G. Frequenze che, secondo i meteorologi, disturberanno in tutto il mondo la raccolta dati dei satelliti, compromettendo quindi le previsioni del tempo fatte a partire da quei dati.

Attualmente i satelliti atmosferici raccolgono dati sull'umidità dell'aria individuando le microonde prodotte dalle vibrazioni delle molecole di vapore acqueo. Microonde molto deboli, alla frequenza di 23,8 gigahertz. Il 5G non userà esattamente questa  frequenza, ma, secondo i meteorologi, una che è vivina abbastanza da disturbare la ricezione dei satelliti.

Potrebbe andare peggio. La decisione dell'Unione Internazionale delle Telecomunicazioni rimarrà in vigore fino al 2027. Dopodiché, per fortuna dei meteorologi, la separazione fra le due bande diventerà più marcata, rendendo più difficile scambiare il nostro traffico dati... per un potenziale acquazzone. Ma fino ad allora, quando cercherete online le previsioni del tempo, chissà,  potreste rendere le previsioni stesse meno affidabili (in modo infinitesimale).

29 novembre 2019 Davide Lizzani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us