Digital Life

110 ore alla settimana per gli sviluppatori di L.A. Noire

La IGDA apre un'indagine sulle "inaccettabili" condizioni di lavoro.

La International Game Developers Association ha aperto un'inchiesta sullo sviluppatore di L.A. Noire, Team Bondi, per valutare le condizioni di lavoro all'interno dello studio australiano.

“Fino a 110 ore alla settimana e straordinari non retribuiti”

Il presidente della IGDA, Brian Robbins, ha dichiarato a Develop di voler far luce in merito a quanto emerso nelle ultime settimane: "Chiediamo agli impiegati del Team Bondi e ai loro familiari di farci pervenire commenti, positivi o negativi che siano, all'indirizzo di posta elettronica qol@igda.org. Se confermate, le condizioni lavorative di cui si parla sarebbero inaccettabili", ha dichiarato Robbins.

Agli sviluppatori sarebbe stato ripetutamente chiesto di lavorare 110 ore a settimana durante i periodi critici, spesso senza che gli straordinari venissero riconosciuti e pagati. Il boss dello studio, Brendan McNamara, è stato accusato di aver abusato dello staff, mentre 130 sviluppatori hanno denunciato di essere stati esclusi dai crediti del gioco.

La conseguenza diretta di tutto questo è che Rockstar non pubblicherà il prossimo progetto del Team Bondi.

"Ho sentito molto riguardo al disprezzo di Rockstar per il Team Bondi e ormai è chiaro che il publisher non si occuperà del prossimo gioco dello sviluppatore", dichiara una fonte anonima.

"Team Bondi sta cercando un nuovo publisher per il prossimo titolo dopo che i rapporti con Rockstar si sono rovinati irrimediabilmente", continua il contatto. "Brendan McNamara afferma che il successo di L.A. Noire sia dovuto alla sua visione, ma credo che sia stata Rockstar a salvare il progetto. Ha continuato a investire denaro su L.A. Noire e il suo marketing è stato eccezionale. Senza il suo contributo costante Team Bondi sarebbe fallito anni fa".

Eurogamer.it ha dedicato un ampio reportage alla questione riportando le email e i comunicati interni allo sviluppatore Team Bondi. Potete consultarlo al seguente link.

11 luglio 2011 Stefano Silvestri
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us