Digital Life

10 web-curiosità che non hai mai osato chiedere

Dal primo "smile" alla minaccia spam.

Pensi di essere un vero esperto di Internet? Allora saprai cosa recitava il primo messaggio trasmesso sul web, chi ritraeva il primo video pubblicato su YouTube e a chi spetta il merito di aver inventato gli emoticon. Ecco 10 curiosità che riguardano il web che tutti dovrebbero sapere.

“Lo sapevi che la prima emoticon era un tentativo di un utente di rendere le e-mail più calde?”

Ma che fastidio! - Lo sai che dei 247 miliardi di e-mail scambiate ogni giorno in tutto il mondo, l'81% è puro spam? Una piaga di dimensioni colossali! Il primo messaggi di spam della storia risale al 1978 quando un innovativo pubblicitario spedì un annuncio su un nuovo modello di computer e sistema operativo a 600 utenti e agli amministratori di Arpanet (il precursore di Internet). Un'e-mail che mandç su tutte le furie i destinatari del messaggio, ma l'idea fu ben presto rubata da molte altre aziende di marketing come testimoniano le nostre casella di posta. Il termine “spam” sarebbe stato coniato solo qualche anno più tardi e trae origine da uno sketch comico del Monty Python's Flying Circus che ironizzava su un locale che non offriva altro cibo che dello “spam”, ossia un tipo di carne in scatola.

Primo cyber messaggio - Oggi scorrazzare per il web o inviare messaggi di posta elettronica è alla portata di tutti da un qualsiasi dispositivo portatile. Le origini della tecnologia alla base di Internet risalgono alla metà degli anni '50 ma nel 1960 suggesse qualcosa di eccezionale: fu inviato il primo messaggio attraverso la rete. Cosa diceva? Semplicemente “LOG”. Se hai una minima infarinatura tecnica sai che un log indica quel file di testo che registra tutte le operazioni eseguite su un computer durante una sessione di lavoro. In realtà il primo cyber utente voleva scrivere “login” solo che la rete andò in tilt di fronte alla lettera “g” per l'eccessiva quantità di dati da trasferire…

AAA Amazon - Leggenda vuole che l'iniziale successo di Amazon, il più grande sito di e-commerce statunitense, sia più dovuto alla fortuna che al merito. Prima che arrivasse Google a indicizzare la rete con i suoi spider, esistevano le directory, ossia delle guide che catalogavano manualmente i siti Internet per categorie. Yahoo! era la più gettonata. Amazon, iniziando per “A” era la prima della lista.

E banner fu… - Riesci a immaginarti il web senza banner? Eppure un tempo Internet era fatto di solo testo. Sono poi arrivate le immagini a dare colore alle pagine, ma la pubblicità era ancora una rarità.

Il merito, o demerito, del primo banner pubblicitario spetta alla campagna pubblicitaria “you will” di AT&T che lo piazzò sull'home page del sito HotWired nel 1994.

Ancora tutto da scoprire - Il colosso di Mountain View stima che attualmente Internet contenga circa 5 milioni di terabyte di dati (1 TB = 1.000 GB) e di averne indicizzati solo un misero 0,04%. Incredibile, non trovi? Tutto Internet potrebbe stare comodamente in 200 milioni di dischi Blu-Ray.

Immagini piccanti - Siamo tutti dei guardoni? Non tutti ma molti altrimenti non si spiegherebbe che l'80% delle immagini pubblicate in Internet siano di natura pornografica e che i contenuti a luci rosse rappresentino un terzo di tutte le ricerche effettuale sul Web. Parola di Google.

Mp3 a tutto volume- Mp3 è sinonimo di musica. Prima del 1998, però, pochi lo conoscevano e ancora meno lo usavano, sebbene fosse il formato compresso standard per i brani digitali dal 1991. Il merito della sua incredibile diffusione spetta a Napster, il capostipite dei siti per il file sharing.

Su, fai un bel sorriso - Sapete chi ha digitato il primo “smile”? Pare sia stato Kevin MacKenzie in un'e-mail datata 12 aprile 1979 in cui invitava gli iscritti del newsgoup MsgGroup ad aggiungere un po' più di “sentimento” nei loro messaggio. L'emoticon di MacKenzie era piuttosto “primitivo”, un semplice -) che sarebbe diventato ben presto :)

YouTube e lo zoo - Su YouTube vengono caricate venti ore di video al minuto ogni giorno. Il primo video caricato sul celebre sito per la condivisione dei filmati è di Jawed Karim, uno dei fondatori, che il 23 aprile 2005 pubblicò una breve clip di 19 secondi che lo riprendeva di fronte alla gabbia degli elefanti dello zoo di San Diego (ed è tuttora visibile sul sito).

Hacker all'attacco - Il tipo di attacco informatico preferito dagli hacker, o meglio dai “cracker”, per mandare in tilt un sito o una rete di computer è il DDOS (denial of service) che significa letteralmente “negazione del servizio”. In pratica un server web o ftp viene attaccato da un'enorme quantità di richieste tanto da renderlo instabile e mandarlo in breve tempo al tappeto. E con lui tutti i computer e siti collegati.

4 giugno 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us