10 cose che (forse) non sai sul tuo smartphone

È più potente l'iPhone o il computer che mandò l'uomo sulla Luna? Quante volte al giorno controlliamo il cellulare? Qual è il telefonino più venduto della storia? Quanto costa ricaricare la batteria di uno smartphone?

Sulla Luna farebbe faville. Gli attuali smartphone sono più potenti dei computer della Nasa che mandarono l'uomo sulla Luna. È un cliché fuorviante perché i computer dell'Apollo 11 sono tra i più efficienti e brillanti mai costruiti, ma è comunque vero: oggi, anche una semplice chiavetta USB o router WiFi sono più potenti, per non parlare di un iPhone 6 che utilizza un processore che opera a 1,4 GHz è in grado di elaborare 3,36 miliardi di istruzioni al secondo. In parole povere, l'orologio del l'iPhone 6 è 32.600 volte più veloce rispetto ai migliori computer dell'era Apollo e può eseguire le istruzioni 120.000.000 di volte più rapidamente.

Lo controlliamo 110 volte al giorno. Secondo uno studio di Locket su 150 mila utenti, in media durante le ore di punta ciascuno di noi controlla il telefono 9 volte ogni ora. Considerando le ore di inattività e quelle dove controlliamo il telefono meno, in tutto in media fanno 110 volte al giorno. Gli orari in cui siamo più attivi nel controllo delle notifiche è tra le 5 e le 8 di sera, e lo siamo meno, comprensibilmente, tra le 3 e le 5 del mattino.

Mi scappa la ricarica. Nel 2013 l'Università di Bristol ha sviluppato una tecnologia in grado di trasformare l'urina in energia elettrica per ricaricare uno smartphone. «La pila a combustibile microbico che abbiamo sviluppato genera energia sufficiente per consentire gli SMS, la navigazione web e di fare una breve telefonata», ha spiegato il professor Ioannis Ieropoulos responsabile del progetto.
leggi la notizia

Un tesoro di Brevetti. Secondo David Drummond dell'ufficio legale di Google, in uno smartphone si potrebbero rivendicare ben 250 mila tecnologie brevettate. Esagerato? Mica tanto… Alla Fordham Law Research School, il team del professor Joel Reidenberg che studia la proprietà intellettuale, tra il il 2006 e il 2012 ha contato la bellezza di 163.970 brevetti di tecnologie utilizzate dai cellulari.

Quanto costa ricaricare le batterie di uno smartphone? Uno studio del Lawrence Berkeley National Laboratory del 2012, spiega che la spesa per ricaricare uno smartphone nel corso di un anno, ammonterebbe a circa 5,30 dollari: ma il costo dell'energia negli Usa è leggermente inferiore rispetto all'Italia. Fatte le proporzioni, si può stabilire che in Italia, ricaricare uno smartphone nel corso di un anno costa in media circa 6,5 euro di elettricità.

Fobie. La paura di rimanere sconnessi dalla rete cellulare si chiama nomofobia, dove il prefisso "no-mo" sta per no mobile: il termine è stato coniato in occasione di uno studio commissionato dalle poste inglesi.
Leggi anche: 10 fobie che (forse) non conoscevi

Antenati. 32 anni fa, il 13 marzo 1984, negli Usa venivano venduti i primi cellulari Motorola Dynatac al prezzo (non modico) di 3.995 dollari corrispondente a circa 9.000 dollari di oggi e corrispondente a un quarto del salario medio annuale americano di allora. Le sue misure? 30 cm x 4,4 cm x 9 cm.
Leggi anche: 15 cellulari che hanno fatto la storia (fino all'avvento degli Smartphone)

Quante APP usiamo? Ognuno di noi ha un'app preferita e ci passa almeno il 50% del tempo che usa lo smartphone: lo rivela Il Mobile App Report 2015 di Comscore. Per molte persone probabilmente è Facebook o un'app della galassia di Google che possiede gran parte delle 10 app più diffuse sugli smartphone (Gmail, Youtube, Google Maps, ecc).

Record. Nel 2015, durante il primo weekend di lancio, sono stati venduti la bellezza di 13 milioni di iPhone 6s. Ma il melafonino ne ha di strada da fare per battere il record di vendite del Nokia 1100: lanciato nel 2003, è rimasto in produzione fino al 2009 con 250 milioni di unità vendute (record bissato anche dal Nokia 1110).
Leggi anche: 15 cellulari che hanno fatto la storia (fino all'avvento degli Smartphone)

WCphone. A proposito del rapporto tra telefonini e toilet: secondo la rivista di consumatori inglese Which? su uno smartphone ci sarebbero 18 volte più germi e batteri che in una toilette. E secondo uno studio delle Nazioni Unite del 2013, al mondo ci sono più cellulari che wc: su 7 miliardi di persone, 6 miliardi avrebbero accesso a telefoni cellulari e solo 4,5 miliardi ai servizi igienici.

Sulla Luna farebbe faville. Gli attuali smartphone sono più potenti dei computer della Nasa che mandarono l'uomo sulla Luna. È un cliché fuorviante perché i computer dell'Apollo 11 sono tra i più efficienti e brillanti mai costruiti, ma è comunque vero: oggi, anche una semplice chiavetta USB o router WiFi sono più potenti, per non parlare di un iPhone 6 che utilizza un processore che opera a 1,4 GHz è in grado di elaborare 3,36 miliardi di istruzioni al secondo. In parole povere, l'orologio del l'iPhone 6 è 32.600 volte più veloce rispetto ai migliori computer dell'era Apollo e può eseguire le istruzioni 120.000.000 di volte più rapidamente.