Focus

Un diamante? No, meglio la montagna…

La notevole storia dell'Hotel Briol.
[Un articolo di IDM Südtirol - Alto Adige per Focus]

L'hotel Briol
| Cortesia Hotel Briol

Una vista spettacolare sulla Valle Isarco, la Val Gardena, le vette delle Dolomiti. A 1310 metri di quota, a Barbiano-Tre Chiese, vicino all'Altopiano del Renon, l'hotel Briol è un'oasi di pace.

 

L'edificio, progettato nel 1928 dal pittore austriaco Hubert Lanzinger (1880-1950), è una delle rare testimonianze dello stile Bauhaus nelle Alpi. In pietra e legno, conta solo 13 camere, con il pavimento in tavole d'abete, lavato ancor oggi con acqua e sapone, mentre l'acqua viene scaldata con stufe a legno o pannelli solari.

 

La sauna è immersa nel bosco: per godersi la natura incontaminata e staccare davvero la spina. Una curiosità: la storia vuole che l'avveduta bisnonna dell'attuale proprietaria, sposata a un uomo facoltoso, alla nascita di ciascun figlio si facesse regalare non un diamante, bensì una casa con pezzetto di terra accanto, con l'intento di collegarle tra loro, mantenerne la proprietà in famiglia, nel rispetto della natura.

 

I figli furono ben quindici, il suo volere fu rispettato e così… ecco il Briol di oggi.

13 agosto 2020