Sochi e le altre città olimpiche invernali viste dallo Spazio

Con i XXII Giochi Olimpici invernali ai blocchi di partenza, la Nasa ha voluto ripercorrere con uno sguardo dall'alto tutte le tappe delle Olimpiadi d'inverno dalla loro nascita ad oggi. In questa gallery le foto delle città che hanno ospitato l'evento finora viste da satellite, o dalla ISS. Una serie di cartoline spaziali per veri appassionati di sport (e natura).

sochi1sochi2sochi3vancouvertorinosaltlakecitynaganolilehammeralbertvillecalgarysarajevolakeplacidinssbruksapporogrenoblesquawvalleycortinaoslofrance.a2001307.1040.1kmgarmishchamonixApprofondimenti
sochi1

Un'immagine a falsi colori catturata dal satellite Landsat rivela un'area un tempo destinata all'agricoltura trasformata in cittadella olimpica sul Mar Nero: ecco Sochi nella sua nuova veste di città olimpica, con tanto di nuovo porto per le navi da crociera, stazione ferroviaria potenziata, cluster costiero olimpico e arena Adller (la costruzione dalla cupola ovale visibile lungo la costa).

sochi2

Nell'immagine termica ripresa dallo Strumento ASTER del satellite della Nasa Terra il mare è visibile in nero, le aree coperte di vegetazione in rosso, la neve in bianco e gli edifici in grigio: la protagonista è sempre Sochi, visibile questa volta da nord.

Mentre il parco olimpico costiero accoglierà le discipline indoor come il pattinaggio e l'hockey, le gare di sci si terranno nel cluster montano di Krasnaja Poljana, in alto a destra nelle zone ricoperte di neve.

La città di 40 mila abitanti è collocata sulla sinistra rispetto a questa foto, e non è visibile. Con una temperatura media invernale di 11 °C Sochi è la più calda città ad aver mai ospitato le olimpiadi. Scopri che fine faranno le olimpiadi invernali in un mondo sempre più caldo.

sochi3

L'area montana sopra a Sochi in un'altra immagine termica acquisita il 4 gennaio 2014. Le aree rosse indicano la zona ricoperta da vegetazione. La valle centrale è occupata dalla località sciistica di Rosa Khutar; l'altezza delle montagne è stata amplificata di una volta e mezzo per sottolineare i dettagli topografici.

Si può essere sciatori verdi? E qual è il costo ambientale della neve "sparata"?

vancouver

La località canadese che ospitò le olimpiadi invernali 4 anni fa in una foto del settembre 2011. Qui si vede il fiume Fraser River farsi largo verso il mare e buttarsi in esso, dopo essersi diviso in diversi rami.

torino

Questa foto è stata scattata dalla ISS nel corso dell'Expedition 23, mentre la stazione spaziale si trovava proprio sopra al confine tra Francia e Belgio. Mostra l'area metropolitana di Torino, Lione e Marsiglia. Le Alpi non sono visibili nello scatto, che mostra invece la Liguria e la Corsica verso sud (in alto nell'immagine).

L'Italia vista dallo Spazio: le foto di Paolo Nespoli
E le più belle foto della ISS twittate dagli astronauti

saltlakecity

I Giochi del 2002 si sono tenuti a Salt Lake City, nello Utah, e in diverse altre località sciistiche adiacenti, compresi i vicini Monti Wasatch. Nell'immagine acquisita nell'inverno 2001, una panoramica della parte centrosettentrionale dello Utah che include alcuni siti olimpici e parte del Grande Lago Salato (sulla sinistra).

Guarda anche il Lago Michigan che fuma per il freddo

nagano

La duplice natura dell'inverno giapponese - tropicale a sud e rigido a nord - è ben visibile in questa foto dello spettroradiometro MODIS sul satellite Aqua che mostra le quattro principali isole giapponesi nel febbraio 2004. Quella ricoperta di neve è Hokkaido mentre quella al centro dell'immagine, la più grande, è Honshu, dove si trova Nagano, che ospitò i Giochi invernali del 1998.

lilehammer

Nel 1994 le Olimpiadi invernali si disputarono a Lillehammer, in uno dei paesi freddi per eccellenza: la Norvegia, qui ben visibile insieme a Svezia, Finlandia e parte della Russia in una rara foto satellitare senza nuvole. La Penisola Scandinava appare qui quasi completamente ricoperta di neve.

Pazzie sulla neve: le foto
I fiocchi di neve amano la fisica e la geometria

albertville

Le luci notturne sulle città dell'Europa centro orientale sono ben visibili in quest'immagine composita, realizzata con i dati acquisiti dal satellite the Suomi NPP nell'aprile 2012. La foto mostra anche la Francia dove si trova il comune di Albertville (nella Savoia), nota meta sciistica e sede dei Giochi nel 1992. L'area è anche tristemente nota per trovarsi a poche decine di chilometri da Méribel, dove è avvenuto il drammatico incidente del pilota di Formula 1 Michael Schumacher.

Notturno spaziale: le spettacolari foto della Terra di notte vista dall'alto

calgary

Calgary (Canada) e la sua area metropolitana riprese da un satellite Landsat nel luglio 1990, due anni dopo le Olimpiadi invernali ospitate dalla città. La vegetazione appare in verde, l'acqua in blu e le costruzioni umane in viola.

sarajevo

Dall'8 al 19 febbraio 1984 i Giochi invernali si tennero a Sarajevo, ora Bosnia Erzegovina. L'immagine risale però all'estate 2012, e al posto della neve si notano i roghi degli incendi divampati nell'area balcanica.

lakeplacid

Un'immagine a colori naturali catturata dal satellite della Nasa Aqua nel 2009 mostra l'area di Lake Placid nello stato di New York con i caratteristici colori autunnali. In marrone vediamo le montagne, in oro le valli coltivate. La località sciistica che prende il nome dall'omonimo lago è una delle poche ad aver ospitato per due volte i Giochi Olimpici.

Tutte le domande e risposte sulle Olimpiadi

inssbruk

Anche la città austriaca di Innsbruck ha avuto questo onore: qui la vediamo in una foto del satellite Terra scattata nel 2001, insieme all'intera regione bagnata dal Lago di Costanza.

sapporo

L'isola di Hokkaid?, dove si trova Sapporo, fotografata insieme a un trionfo di correnti marine e fitoplancton nella primavera del 2009.

grenoble

Le Alpi Francesi (tra le quali sorge Grenoble) con il loro sistema di fiumi e torrenti (in grigio), laghi alpini e ghiacciai, qualche cima innevata e la fitta vegetazioni: una foto di Landsat scattata nel luglio 2001.

squawvalley

Il bacino del Lago Tahoe, un lago d'acqua dolce nella Sierra Nevada circondato da spettacolari montagne, fotografato nell'agosto 1999: a nordovest di questa zona si trova la località sciistica della Squaw Valley, al confine tra California e Nevada, sede degli VIII giochi olimpici invernali.

cortina

L'Italia di nuovo, questa volta fotografata dall'Expedition 30 della ISS durante un transito sopra al Tirreno il 25 gennaio 2012. Cortina d'Ampezzo è, insieme a Torino, una delle località italiane che ha ospitato le Olimpiadi invernali.

oslo

I VI Giochi olimpici invernali si sono svolti ad Oslo che qui vediamo - eccezionalmente - non in una foto dall'alto. Ma in uno scatto che allo Spazio è fortemente collegato: quello che vedete partire, lasciando dietro di sé una scia infuocata, è un razzo della Nasa con a bordo una strumentazione per lo studio delle aurore boreali.

france.a2001307.1040.1km

Le Alpi Svizzere fanno da cornice a due dei primi giochi olimpici invernali. Eccole in una foto del novembre 2001.

garmish

Lo stato tedesco della Westphalia, a circa 700 chilometri dalla località di Garmisch-Partenkirchen, dove si disputarono i Giochi del 1936, è protagonista di quest'immagine del satellite Terra della Nasa. Le macchie bianche e nere indicano la presenza di miniere di carbone.

chamonix

Chiude la rassegna il Monte Bianco con Chamonix, dove si disputarono i primi Giochi Olimpici invernali. La foto a colori naturali è stata scattata nel 2000 dal satellite Landsat 7.

Un'immagine a falsi colori catturata dal satellite Landsat rivela un'area un tempo destinata all'agricoltura trasformata in cittadella olimpica sul Mar Nero: ecco Sochi nella sua nuova veste di città olimpica, con tanto di nuovo porto per le navi da crociera, stazione ferroviaria potenziata, cluster costiero olimpico e arena Adller (la costruzione dalla cupola ovale visibile lungo la costa).