Perché in California le città hanno nomi di santi?

San Francisco, San Diego, Santa Cruz, Santa Monica... Da dove vengono tutti questi nomi di santi?

corbis-42-32276407
Il Golden Gate, uno dei simboli della California - © Gavin Hellier/JAI/Corbis

Non tutte, certo, ma molte sì. San Francisco, San Jose, San Diego, San Bernardino, Santa Barbara, San Juan Capistrano, San Luis Obispo, Santa Maria, Santa Rosa, Santa Cruz, Santa Monica, Santa Ana, San Mateo...
Tutte città californiane e quasi tutte sulla costa (o nei pressi) dell’oceano Pacifico. L’origine dei nomi di molte città della California si deve all’arrivo su queste terre degli spagnoli, che diedero inizio alla colonizzazione vera e propria nel Settecento.
Tra il 1769 e il 1823, in California i francescani fondarono 21 missioni: alla prima, San Diego, seguirono le altre lungo tutta la costa andando in direzione nord, fino a San Francisco. 
(Perché San Francisco è considerata la capitale" dei gay? - Storia dell’immigrazione italiana in California dal 1850 ai nostri giorni)

Presidi sul territorio
Alle missioni religiose furono attribuiti nomi di santi, e questa abitudine si mantenne anche nel battezzare le numerose cittadine e avamposti militari che sorsero parallelamente. Missioni, città e avamposti servivano a prendere il controllo del territorio per difendere gli interessi del regno di Spagna, ma anche per convertire al cattolicesimo i nativi americani.
(Cascate di fuoco: lo spettacolo delle Yosemite Falls - I Canyon più spettacolari)

13 Aprile 2012