Le case formicaio di Hong Kong

Bagno in comune, niente cucina e pochissimi metri di spazio: gli appartamenti claustrofobici - e tutti uguali - della metropoli cinese immortalati dal fotografo tedesco Michael Wolf.

Guarda anche le case più stravaganti del mondo
E la casa cinese costruita in mezzo alla strada

michaelwolf1michaelwolf2michaelwolf3michaelwolf4michaelwolf5michaelwolf6michaelwolf7michaelwolf8michaelwolf9michaelwolf10Approfondimenti
michaelwolf1

Guardando queste foto non vi lamenterete più delle dimensioni del vostro appartamento. Né dei rumori del vicini, o dell'aspetto da "casermone" del condominio in cui abitate.
Quelli che vedete sono gli alveari di cemento in cui è costretta a vivere gran parte della popolazione di classe media residente a Hong Kong, 7 milioni di abitanti per una densità abitativa di oltre 6400 persone per chilometro quadrato.
Il fotografo Michael Wolf, nato nella tranquilla e ordinata Monaco, ha vissuto a Hong Kong per 8 anni lavorando per il settimanale tedesco Stern. Nel progetto Architecture of Density fotografa le linee e i pattern quasi ipnotici di questi formicai umani, che più dei semplici dati numerici rendono l'idea della qualità di vita nella metropoli cinese.
All photos courtesy Michael Wolf (website)

michaelwolf2

Con una densità abitativa da record Hong Kong si sviluppa prevalentemente in verticale, con appartamenti che spaziano dalle gigantesche ville dei miliardari alle - più diffuse - case delle dimensioni di un armadio, quasi sempre prive di finestre e delle dimensioni claustrofobiche di 1,5 metri quadrati. In molte di queste "gabbie" non è possibile nemmeno alzarsi completamente in piedi.
Guarda anche le case più stravaganti del mondo

michaelwolf3

Secondo le stime della Society of Community Organization, un'organizzazione di Hong Kong per la tutela dei diritti umani, oltre 100 mila cittadini vivono in alloggi insufficienti alle loro esigenze, anche a causa dell'impennata del prezzo degli immobili dovuta alla crisi finanziaria. Dal 2009 ad oggi il costo delle case è praticamente raddoppiato, e in molti hanno dovuto rinunciare a un po' di spazio per potersi permettere un tetto.
Cina, la casa in mezzo alla strada: guarda le foto

michaelwolf4

Molti di questi appartamenti hanno bagni fatiscenti e in comune, e sono privi di cucina: i loro abitanti devono quindi rassegnarsi a dilapidare il proprio stipendio in cibo da asporto da consumare direttamente seduti sul letto.
Guarda anche la gallery sui lavoratori cinesi sorpresi dal sonno sul lavoro

michaelwolf5

Nelle foto di Wolf spiccano i colori delle case ma non quelli degli individui che vi abitano, che quasi spariscono a confronto con la mole di cemento che li circonda.
Un viaggio tra le città più colorate del mondo: le foto

michaelwolf6

Nell'obiettivo di Wolf sono finiti edifici ancora in costruzione, condomini nuovi appena occupati e case ormai vecchie e decadenti. Edifici che sembrano non avere mai fine e ripetersi sempre uguali, grazie a un trucco fotografico: tagliare completamente il cielo e lo sfondo, concentrandosi sui motivi cromatici ricorrenti all'interno della struttura.

michaelwolf7

In questo modo l'osservatore viene catapultato velocemente nella prospettiva degli abitanti, annullati da una moltitudine di appartamenti accatastati l'uno sull'altro.
Una città nella città: blocchi di cemento trasformati in case e palazzi da un artista

michaelwolf8

Wolf ha incentrato gran parte della propria carriera sui contesti metropolitani, all'interno dei quali ricerca temi simbolici e dettagli che spesso l'occhio distratto di un cittadino non nota più.
La città e il suo doppio: spettacolari skyline riflessi nell'acqua

michaelwolf9

La densità abitativa della metropoli cinesi, un paradiso fiscale da sempre vessato da problemi di sovrappopolazione, è pari a circa 30 volte quella italiana. Nella foto, un'altra casa-formicaio, composta da microcelle identiche e ripetute all'infinito.

michaelwolf10

Michael Wolf si è aggiudicato due volte il World Press Photo, nel 2005 e nel 2010. Prima di lavorare in Cina, ha vissuto in Europa, Canada e California.

Guardando queste foto non vi lamenterete più delle dimensioni del vostro appartamento. Né dei rumori del vicini, o dell'aspetto da "casermone" del condominio in cui abitate.
Quelli che vedete sono gli alveari di cemento in cui è costretta a vivere gran parte della popolazione di classe media residente a Hong Kong, 7 milioni di abitanti per una densità abitativa di oltre 6400 persone per chilometro quadrato.
Il fotografo Michael Wolf, nato nella tranquilla e ordinata Monaco, ha vissuto a Hong Kong per 8 anni lavorando per il settimanale tedesco Stern. Nel progetto Architecture of Density fotografa le linee e i pattern quasi ipnotici di questi formicai umani, che più dei semplici dati numerici rendono l'idea della qualità di vita nella metropoli cinese.
All photos courtesy Michael Wolf (website)