La moschea di sabbia e fango

42-23715444_phatch
|© Image Source/Corbis
Altro che castelli di sabbia: in Mali, nella città di Djenné, si erge la Gran Moschea, l'edificio di fango più grande al mondo. Insieme al mercato e alle 1800 case storiche, anch'essi interamente di fango, dal 1988 è stata iscritta dall'Unesco nel patrimonio dell'Umanità. Questo splendido esempio di architettura sahariana risale al 1910, anche se il sito è dedicato al culto religioso sin dal Trecento.
L'utilizzo di mattoni fatti interamente di fango, scelta dettata dalla scarsità di pietre da costruzione, rende tuttavia l'edificio estremamente fragile e vulnerabile, in particolar modo nei confronti delle grandi piogge. Per questo motivo, i lavori di restauro e fortificazione mediante l'aggiunta di fango sono pressochè continui e avvengono utilizzando i tralicci di legno le cui estremità fuoriescono dalla struttura, realizzati proprio per permettere di riparare i buchi e le crepe causati dall'acqua.

Il deserto è deserto, ma alcuni sono tutt'altro che disabitati. Scopri in questa gallery le cose più strane che possono succedere.
Nel regno dei Tuareg, tra le meraviglie del Tassili.
26 Febbraio 2013

Codice Sconto