Architettura

L'hotel sotto il mare

Il Planet Ocean Underwater Hotel ha una struttura modulare che può essere assemblata ovunque e dispone di un sistema di propulsione per sfuggire alle tempeste.

L'Ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi di fabbrica (USPTO) ha dato la sua approvazione al Planet Ocean Underwater Hotel, un albergo sottomarino collocabile a circa 10 metri di profondità e accessibile tramite un ascensore. La struttura modulare, costruita in acciaio e pannelli di plastica acrilica trasparenti, può essere trasportata in diverse zone del pianeta via nave e assemblata in loco con un procedimento paragonabile a quello della Stazione Spaziale Internazionale.

Come è fatto. Nella sua forma standard, il complesso sarà dotato di dodici camere connesse a un corridoio centrale. Il design cilindrico aiuterà a distribuire in modo uniforme la pressione, che a 8,5 metri di profondità è di quasi due atmosfere. Oltre ad avere una vista panoramica sul fondale marino, ogni stanza sarà dotata di svariati comfort, tra cui Wi-Fi e aria condizionata. Il costo di costruzione dell'intera struttura è stimato intorno ai 20 milioni di dollari (assemblaggio escluso), mentre il prezzo di soggiorno varierebbe dai 3.000 ai 6.000 dollari a notte.

In fuga dai pericoli. Il Planet Ocean Underwater Hotel è stato classificato come imbarcazione, in quanto dotato di un sistema di propulsione elettromeccanico che gli permette cambiare posizione ed evitare così le tempeste. I singoli moduli verranno fabbricati a Key West (Florida), dove ha sede l'azienda, e poi trasportati nel punto di assemblaggio mediante una nave cargo. Dopo due anni e mezzo di sviluppo, l'albergo è ora pronto per la fase di test, che dovrebbe avere luogo in un'isola caraibica non ancora precisata.

Recupero dei reef. Dietro il Planet Ocean Underwater Hotel c'è Tony Webb, imprenditore americano con interessi anche in ambito aerospaziale. Il suo team finanzia un programma globale per la ricrescita della barriera corallina, grazie a una tecnica detta Biorock, che sfrutta il passaggio di corrente elettrica nell'acqua di mare per generare la precipitazione di sali, creando un habitat adatto alla vita dei coralli.

14 dicembre 2015 Davide Decaroli
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us