Focus

Ingegneri da vertigine: saliresti su questo ponte?

Si chiama Ejima, è in Giappone e sembrerebbe uno dei ponti più spaventosi del mondo. Sembrerebbe.

Sembra che gli abitanti di Matsue e Sakaiminato, in Giappone, non abbiano bisogno di pagare l'ingresso al Luna Park per salire sulle montagne russe: a loro basta attraversare il ponte Ejima, che unisce le due città giapponesi sulle sponde opposte del lago di Nakaumi.

Alto 44 metri, costruito con una pendenza tale da permettere il passaggio delle navi, sotto, il ponte è stato costruito nel 2004.

Si tratta comunque di un ponte da record: con i suoi 1,7 chilometri è il più lungo in Giappone tra i ponti a struttura rigida e il terzo nel mondo. Ma è davvero così ripido?

Il limite di velocità è di 40 km all'ora.

In realtà la sua inclinazione è "solo" del 5,1% da un lato e il 6,1% dall'altro.

Soltanto da alcune prospettive sembra avere la pendenza delle Montagne Russe.

Vista da altre angolazioni e senza l'effetto di schiacciamento dei teleobiettivi, la pendenza del ponte sembra più "abbordabile".

Il ponte Ejima da un'altra prospettiva. Il sito è diventato un'attrattiva turistica.

Il sito 9GAG riporta questo calcolo (a dire la verità ben poco scientifico) che mostra l'eventuale pendenza (in gradi) del ponte. In realtà i dati ufficiali dicono che la pendenza del ponto è del 6,1% (3,5 °) sul versante della prefettura di Shimane e del 5,1% (2,9 °) nel versante della prefettura di Tottori.

Sembra che gli abitanti di Matsue e Sakaiminato, in Giappone, non abbiano bisogno di pagare l'ingresso al Luna Park per salire sulle montagne russe: a loro basta attraversare il ponte Ejima, che unisce le due città giapponesi sulle sponde opposte del lago di Nakaumi.