Alla scoperta dei telescopi dell'ESO

Siamo andati nel deserto di Atacama, a oltre 2000 metri di altezza, in Cile a visitare il complesso degli osservatori astronomici dell'ESO, l'European Southern Observatory. Siamo entrati nel telescopio più grande del mondo, il VTL; siamo saliti a oltre 5.000 metri di altitudine per osservare le enormi antenne di ALMA; siamo entrati nel cantiere che sta sbancando la cima di una montagna per costruire un telescopio gigantesco, l'E-ELT, grande più del Colosseo. Ecco il reportage di una visita eccezionale ed esclusiva.

​Trovata polvere di stelle in un luogo
Elementi nati da esplosioni stellari trovati in una nube cosmica di 13 miliardi di anni fa: un'epoca in cui, in teoria, le stelle iniziavano a nascere, non a morire.
Ricerca negli zoo: perché solo su alcuni animali?
Uno studio rivela che il grosso della ricerca sulle specie tenute in cattività negli zoo viene condotta sui grandi mammiferi, mentre uccelli, rettili e pesci vengono trascurati.
La "passeggiata spaziale" di Luca Parmitano: in
La "passeggiata spaziale" di oggi è la prima di una serie di attività programmate per riparare un rilevatore di particelle: seguiamo in diretta l'uscita di Luca Parmitano.
Per Luca Parmitano, una storica e difficile EVA
Il 15 novembre AstroLuca guiderà una delicata attività extraveicolare per lavorare all'Alpha Magnetic Spectrometer: inizia il ciclo di passeggiate spaziali più difficile dalla riparazione di
Insetti: estinzione più rapida del previsto
Rispetto a dieci anni fa il numero di specie di insetti è calato anche di un terzo, sia nei paesaggi più interessati dall'antropizzazione, sia nelle aree - almeno sulla carta - più tutelate.
C'è ossigeno su Marte. E quindi?
La scoperta di variazioni stagionali della quantità di ossigeno presente nell'atmosfera marziana ha sorpreso non poco gli scienziati. Ma cosa può significare?

VEDI ALTRO

Le scoperte degli osservatori dell'ESO

Un buco nero da 40 miliardi di volte il Sole
A 700 milioni di anni luce da noi, nel cuore della galassia Holm 15A, c'è un buco nero supermassiccio, grande una ventina di volte l'intero Sistema Solare.
Ecco la prima foto di un buco nero
Una rete di radiotelescopi ha raccolto la prima immagine dei dintorni di un buco nero: è un anello di fuoco che avvolge il punto di non ritorno. In accordo con la relatività di Einstein.
Stiamo per vedere un buco nero?
Il 10 aprile l'ESO farà un annuncio globale via web, in contemporanea nelle principali lingue del mondo: molti pensano che potrebbe riguardare i buchi neri.
Getti di materia da una stella lontana
Gli astronomi dell'ESO, l'Osservatorio Europeo del Sud, hanno fotografato un getto di materia stellare in una galassia vicina.
La cometa di Natale 46P/Wirtanen vista da ALMA
L'oggetto celeste più affascinante dei cieli di dicembre è stato studiato nelle sue regioni più interne: ora possiamo ammirare nel dettaglio lo scrigno gassoso che avvolge il suo nucleo.
La fontana cosmica di un buco nero
Per la prima volta osservato un buco nero che attira gas molecolare freddo e lo spara nei getti relativistici, in un meccanismo che ricorda quello della pompa idraulica di una fontana.

VEDI ALTRO