COP21: la conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico

Perché questa edizione della conferenza sul clima, la ventunesima, al via dal 30 novembre, è la più importante tra tutte quelle che l'hanno preceduta? Come cambierà l'habitat dell'umanità - e di tutti i viventi - a seconda di ciò che decideranno di fare i grandi della Terra? È vero che siamo noi i responsabili del cambiamento?
Tra scienza e ambiente, economia e tecnologia, ecco le nostre chiavi di lettura per la COP21.

Il trattato di Parigi entra in vigore il 4/11/2016
Con la ratifica da parte dell’Unione Europea, gli accordi sul clima presi a Parigi possono diventare operativi: adesso sta ai singoli Paesi adottare le politiche corrette.


12 cose

che (forse) non sai sulla


      birra

Parigi 2015

Usa: Trump taglia i fondi a chi studia il clima
Tagliati i fondi alla NASA per lo studio dei gas serra in atmosfera: sarà più difficile anche solo sapere a che punto siamo con gli obiettivi della COP21.
1 km in auto costa 1 kg di ghiaccio
I ghiacciai si scioglieranno anche se smettiamo di produrre anidride carbonica: è troppo tardi per salvare il 40% dei ghiacciai. E comunque, continuiamo a produrne.
Profughi, migranti e cambiamenti climatici
C'è una precisa relazione tra l'aumento della temperatura media della Terra e le richieste di asilo nell'Unione Europea.
2017, l'anno più caldo di sempre - e senza El Niño
Déjà vu: i 12 mesi appena passati si chiudono con un altro record globale di temperatura, ma questa volta non possiamo "dare la colpa" a periodici fenomeni climatici.
Buone notizie: diminuisce l’uso del carbone
Persino gli Usa hanno ridotto la domanda di carbone, nonostante gli incentivi della presidenza Trump.
Le emissioni globali di CO2 di nuovo in crescita
Dopo tre anni di stallo, tornano a salire i livelli di anidride carbonica legati alle attività umane: con questi dati è sempre più distante l'obiettivo di restare sotto i + 2°C dall'era pre-industriale.

VEDI ALTRO

Il costo delle politiche sul clima di Trump
L'annullamento di una sessantina di precedenti riforme sull'uso di combustibili fossili e la tutela di aria e acqua rischia di provocare 80 mila morti in più per decennio. E le stime sono conservative.
Il problema dell’acqua dolce
Tra industria e agricoltura, l'azione dell'uomo sulle falde acquifere ha già causato gravi danni, che possono diventare disastri ambientali e umanitari.
Il riso perde nutrienti per l'aumento di emissioni
I raccolti di riso cresciuto sotto concentrazioni di CO2 simili a quelle che raggiungeremo a fine secolo hanno livelli minori di vitamine del gruppo B, ma anche di proteine, zinco e ferro.
10 cose + 1 sugli oceani che forse non sapevi
Dove si trova l'acqua più antica? E quella più ricca di pesci? La Corrente del Golfo si può invertire? E di quanto crescerebbero i mari, se tutti i ghiacci antartici fondessero? 
La fine della più importante reef giapponese
Preoccupa lo stato della barriera corallina vicino a Okinawa: ancora in salute poco più dell'1% dei coralli, il resto è mangiato dal bleaching e dalle stelle marine.
Bangladesh: 120 morti in due mesi per i fulmini
Durante il periodo più caldo dell'anno condizioni particolari creano temporali estremamente violenti e una grande abboddanza di fulmini.

VEDI ALTRO