Gli scherzi del cervello

Ci sono rare sindromi che provocano comportamenti pazzeschi: capacità che diamo per scontate – come ascoltare una canzone, riconoscere i volti o sapere che il nostro braccio è parte di noi – possono scomparire.
Ma studiare l’effetto di danni così particolari ad aree cerebrali precise è molto utile per capire come funziona il cervello.
 

Déjà-vu e premonizione: come funziona
Questo scherzo della memoria non solo ci dà l'impressione di aver già vissuto una scena, ma anche di sapere come andrà a finire: anche questa seconda sensazione è del tutto fasulla.
Cambiare carattere per un colpo in testa
Una lesione cerebrale può cambiare profondamente la nostra personalità, e in peggio: lo dimostra la storia di Phineas Gage, trafitto nel cranio da un'asta metallica.
Quando non riconosci più la musica
La  capacità di distinguere un brano rock da un canto liturgico è una dote che diamo per scontata. A meno di non soffrire di amusia. Ecco che cos'è.
Parlare una lingua diversa. Senza averla studiata
Parlare la stessa lingua di sempre senza che nessuno riesca più a capirci: è l'incubo in cui precipita chi è colpito da questa rara conseguenza di lesioni cerebrali.
Sentire la propria mano come "estranea"
Avere la padronanza di braccia e gambe, e riconoscerle come proprie, è una fortuna di valore inestimabile. Lo sa bene chi - per un danno cerebrale - ne ha perso il controllo.
Vedere solo metà del mondo, pur avendo occhi sani
Ignorare una vasta porzione di realtà, senza avere problemi di vista: alla scoperta della sindrome neglect, che fa perdere l'attenzione per il lato sinistro dello spazio.

VEDI ALTRO