Acquacoltura: il pesce di allevamento

Oltre la metà dei prodotti ittici consumati nel mondo proviene da allevamenti. Pare non ci sia scelta: il cosiddetto pescato è sempre più scarso e caro, mentre l'acquacoltura sfama a buon mercato e garantisce posti di lavoro. Offre prodotti di qualità? A quale prezzo per l'ambiente?

Insetti nel mangime animale: è il futuro?
Mosche, tarme & co. avrebbero grandi potenzialità come alimenti per animali da allevamento, perché assai più sostenibili di soia e farine di pesce. In questo modo indiretto, li mangeremmo?
Più pesce per tutti
Secondo l'ultimo rapporto della FAO il consumo procapite di pesce è in costante aumento: ecco perché è una buona e una cattiva notizia, insieme.
Pesca selvaggia
Riserve ittiche sempre più povere, pesca illegale, pratiche industriali fuori controllo: un altro motivo di preoccupazione per la sicurezza alimentare.
USA, via libera ai salmoni Ogm
Crescono più velocemente e potrebbero offrire un'alternativa al normale pescato. La Food and Drug Administration ne ha approvato (tra le critiche) il consumo umano. 
Acquacoltura: il pesce in gabbia
Oltre la metà dei prodotti ittici consumati nel mondo proviene da acquacoltura: sono prodotti di qualità? Quali sono i costi ambientali?
Da quando l'uomo alleva il pesce?
La risposta non è univoca: da 5.500 anni (i cinesi) oppure da più di 8.000 (gli aborigeni australiani). Ecco gli indizi che rendono difficile la datazione dell'acquacoltura.
Da dove viene questo pesce?
Mercato rionale, pescivendolo, supermercato: tutti devono esporre precise etichette sui prodotti ittici. Ecco le novità introdotte a partire da dicembre 2014.

Alimentazione

Uno stile di vita sano a 50 anni conviene. Quanto?
Adottare uno stile di vita sano (per dieta, sport, vizi e consumi) a 50 anni, prolunga di 10 anni la finestra di tempo libera da malattie croniche.
C'è una dieta ottimale per noi e per il Pianeta?
Dalla palma amazzonica ai broccoli, fino agli insetti: sono tanti gli alimenti che proteggono la salute. Un nuovo istituto di ricerca li studierà.
Le calorie da bruciare per dimagrire un chilo
Per dimagrire un chilo di massa grassa bisogna fare attenzione all'alimentazione ma anche al dispendio energetico.
Un freno alla produzione di carne entro il 2030
Senza una decisa diminuzione degli allevamenti animali, gli sforzi di contenere il riscaldamento globale a +1,5 °C saranno vani: servono terre da dedicare alle foreste.
I formaggi? Tutto merito di una mosca preistorica
Formaggi, yogurt e simili nacquero 5.500 anni fa: forse per caso, magari grazie a una mosca caduta in un secchio di latte.
Perché ci viene fame?
La sensazione di fame è legata certamente a necessità fisiologiche, ma anche ad aspetti psicologici. Dunque si può (in parte) ingannare!

VEDI ALTRO