Anche su Titano c'è un "livello del mare"
Nuovi studi sui dati di Cassini: la luna di Saturno è ancora più simile alla Terra di quanto pensassimo.
Maschi a perdere
La solitudine del cromosoma Y sembra averlo condannato alla sparizione, anche se ancora ha efficaci meccanismi di autodifesa: ecco la degradazione dell'Y e il suo destino.
Il censimento delle proteine per ogni cellula
Sono 42 milioni le molecole proteiche presenti in una semplice cellula di lievito. Simili studi su cellule umane potrebbero far luce sull'origine di malattie legate alla loro abbondanza o scarsità.
All'influenza basta che respiri
Tosse e starnuti non sono indispensabili per favorire i contagi: aerosol carichi di materiale virale si propagano anche soltanto attraverso l'aria espirata.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Le nuove frontiere della medicina psichedelica
La psilocibina funziona in modo opposto ai comuni farmaci antidepressivi: aumenta la connessione emotiva anziché attenuarla, e il meccanismo sembra funzionare bene.
I cuccioli a sinistra: ai mammiferi piace così
È questo il lato scelto più spesso al momento delle coccole: che fosse così per l'uomo lo si sapeva da tempo, ma ora uno studio dimostra che è un'abitudine diffusa in tutta la nostra classe di vertebrati.
Sette volte in cui l'influenza è stata letale
La Spagnola uccise, cento anni fa, il cinque per cento della popolazione del pianeta. Ma non è stata l'unica volta nella storia in cui una pandemia di influenza ha fatto milioni di morti.
La caffeina fa male? Il verdetto della scienza
La sostanza psicoattiva più consumata al mondo è pericolosa per la salute? Dà dipendenza? Come agisce nel cervello? Tutto quello che c'è da sapere sullo stimolante in tazzina.
Uno spray nasale contro il gioco d'azzardo
Una sostanza già usata per trattare le dipendenze da oppiacei sarà testata sui giocatori incalliti in uno studio finlandese: il tipo di somministrazione permette di arrivare al cervello in pochi minuti.
Influenza peggiore del solito?
Quella in corso è una stagione record per numero di malati, ma da noi il virus più aggressivo non è per ora in circolazione. Quattro semplici regole per ridurre il rischio di ammalarsi.
La proteina dell'Alzheimer "infetta" i neuroni
I grovigli di proteina tau si diffondono tra un neurone e l'altro come in un'epidemia: le aree cerebrali con più connessioni sono anche le più contaminate. Dalla scoperta nuove prospettive terapeutiche.
Ogni quanto cambi gli asciugamani?
Poco, ma siamo sicuri che lo fai per una buona causa, per preservare la vita aliena che comincia a proliferare dopo un paio di utilizzi.